Eroina killer: un altro morto

Inutili i tentativi di rianimazione da parte del 118

Ancora un morto per overdose di eroina. E' successo ieri pomeriggio, dove il 118 e la polizia, dopo alcune segnalazioni, sono intervenuti alla stazione ferroviaria delle Piagge.

Sulla rampa che porta al binario 2 è stato ritrovato, riverso a terra, un uomo, con una siringa accanto al corpo. Purtroppo inutili i tentativi di rianimazione da parte del personale sanitario.

L'uomo è risultato essere un 54enne originario della Sardegna e residente da tempo nella zona. Era conosciuto come assuntore di stupefacenti.

La salma, per gli accertamenti del caso, è stata trasportata all'istituto di medicina legale di Careggi.

Come denunciato da mesi dagli operatori del settore e dai servizi del Serd, l'uso di eroina sta aumentando negli ultimi tempi, anche a Firenze e circondario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi mesi in città si sono contati almeno quattro morti. Oltre alla vittima di ieri, un 37enne trovato senza vita dal coinquilino a fine gennaio, un uomo di 56 anni a dicembre nei pressi di piazza Puccini e una studentessa di appena 21 anni alla Fortezza da Basso lo scorso settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Paura Isolotto: ambulanza esce di strada e finisce contro una vetrina / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento