Ancora guai per i genitori di Renzi: fallita un'altra cooperativa

I debiti accertati sarebbero oltre 480mila euro

Il Tribunale fallimentare di Firenze ha dichiarato il fallimento della società cooperativa Marmodiv, una di quelle al centro dell'inchiesta che nel febbraio scorso ha portato i genitori di Matteo Renzi, Tiziano e Laura Bovoli, agli arresti domiciliari per bancarotta e false fatturazioni, successivamente revocati.

Tutto ciò potrebbe aggravare la la posizione dei coniugi Renzi. Ai due potrebbe ora infatti essere contestata dalla procura di Firenze anche l'accusa di bancarotta per questa terza cooperativa, oltre che per le due già fallite Delivery Service e Europe Service.

Il Tribunale, secondo quanto scrive l'agenzia di stampa AdnKronos, ha accertato la “non completa attendibilità dei bilanci depositati dalla Marmodiv”, dichiarando che il suo stato di insolvenza emerge “dalla consistente esposizione di debitoria”.

La Marmodiv inoltre “non risulta avere attivo sufficiente a garantire l'equa integrale soddisfazione dei creditori”. L'entità dei debiti della Marmodiv, accertata dal consulente tecnico d'ufficio con perizia depositata lo scorso 15 marzo, ammonta, scrive sempre l'AdnKronos, a 493mila euro, di cui 484mila già scaduti. L'istanza di fallimento era stata inoltrata dalla Procura di Firenze il 4 settembre 2018.

I genitori di Renzi al giudice: "Noi? Due pensionati"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: in transito l’ondata di piena dell’Arno in città / FOTO

  • Maltempo: attesa la piena dell'Arno / FOTO

  • Ponte a Greve: crolla un muro per il maltempo, auto distrutte

  • Autopsia sulla neonata trovata morta a Campi Bisenzio: la piccola era nata viva

  • Morto il giovane rapper Cry Lipso 

  • Campi Bisenzio: neonata trovata morta in una borsa / FOTO - VIDEO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento