"Artigianato e Palazzo" e la Fonte della Fata Morgana: la raccolta fondi

Foto di Clara Vannucci

Artigianato e Palazzo torna nel Giardino Corsini che porterà dal 17 al 20 settembre a Firenze una selezione di maestri artigiani, offrendo al pubblico un percorso inedito di ricerca tra quanti sono i testimoni della grande tradizione artigiana, con un focus sulle nuove generazioni, oltre ad un originale programma di iniziative collaterali.

Una proposta diversificata, quella promossa dall'Associazione Giardino Corsini da un progetto di Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani, occasione di riflessione e di condivisione anche su nuovi stili, interpreti delle relazioni in continuo movimento tra tradizione e innovazione.

"In un momento in cui è in atto una tendenza a riportare in Italia le produzioni, valorizzando le specificità dei territori, il settore appare ancor di più una grande opportunità di crescita e di innovazione", affermano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

Per quattro giorni ceramisti, molatori del vetro, sbalzatori dell'argento e orafi, intagliatori, restauratori, liutai, sarti, intarsiatori di pietre dure e legno, intrecciatori della paglia, designer, e molto altro, interagiranno con i visitatori mentre sono a lavoro nei loro piccoli angoli di bottega, ricostruiti per l'occasione nelle limonaie e tra i parterre del giardino all'italiana.

Le mostre nella mostra

Sotto la Loggia del Buontalenti e nella Sala da Ballo di Palazzo Corsini - che per la prima volta si apre al pubblico - saranno ospitate due mostre oltre all'importante campagna di raccolta fondi "Giambologna e la Fata Morgana" rivolta al prezioso complesso monumentale della Fonte della Fata Morgana da scoprire tra le colline toscane.

La campagna di raccolta fondi

Anche per questa edizione è stata ideata una nuova campagna di raccolta fondi a favore del patrimonio culturale. Si tratta di un progetto di mecenatismo rivolto a luoghi di alto valore culturale, nascosti o dimenticati, voluto da Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani che, nel 2018, hanno donato un contributo di 50.000 euro per la riapertura del Museo della Manifattura Richard Ginori di Doccia e, nel 2019, la cifra di 40.000 euro per finanziare i restauri delle opere d'arte realizzate per la comunità russa a Firenze tra Ottocento e Novecento.

"Giambologna e la Fata Morgana", questo il titolo della campagna 2020, riguarda "un curioso complesso cinquecentesco, la "Fonte della Fata Morgana", esempio particolarissimo di architettura da giardino, a metà tra la tipologia del ninfeo e quella del grotto, che al suo interno custodiva la statua marmorea della Fata Morgana scolpita da un giovanissimo Giambologna", spiegano gli ideatori del progetto Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

All'inizio l'obiettivo della raccolta fondi era quello di riprodurre artigianalmente la statua della Fata Morgana, da ricollocare nel luogo per cui era stata pensata; ma successivamente è stato deciso di restaurare l'intero complesso della "Casina delle Fate" voluto da Bernardo Vecchietti nella seconda metà del Cinquecento all'interno del parco della Villa Il Riposo, sua residenza estiva immersa nel Chianti ai piedi del colle di Fattucchia.
Donata alcuni decenni fa dalla famiglia Morrocchi al Comune di Bagno a Ripoli, la "Fonte della Fata Morgana" necessita di un urgente intervento di restauro.

La realizzazione della copia è stata affidata al restauratore specializzato in restauri di Beni Culturali Filippo Tattini che riprodurrà la statua del Giambologna attraverso un lavoro complesso manuale con l'aiuto ditecnologie modernissime.
La copia, fedele alle misure originali (cm. 99 x 45 x 68), sarà realizzata utilizzando una miscela di leganti idraulici ed inerti - quali polveri e pigmenti - e sarà esposta nei giorni della Mostra nella Sala da Ballo di Palazzo Corsini, prima di essere ricollocata nel luogo per cui è stata ideata.

L'edificio della "Fonte della Fata Morgana" si distingue anche per l'intonaco esterno a finti mattoni rosa, che contrasta con la bianca pietra alberese "bugnata" posta a ornamento di porte e finestre così da creare un'atmosfera fiabesca e suggestiva. Il pavimento interno è costituito da un mosaico di piccoli sassolini bianchi e neri di fiume che, sulla soglia, compongono la scritta "Fata Morgana".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Open City Scandicci: il programma tra cinema, teatro e circo

    • dal 13 luglio al 27 settembre 2020
  • Museo del Novecento: musica, teatro e arte a ingresso gratuito

    • Gratis
    • dal 2 luglio al 2 ottobre 2020
    • Museo Novecento
  • Raccolta straordinaria di cibo (e non solo): quando e come partecipare

    • Gratis
    • dal 13 al 30 luglio 2020
    • Circolo ARCI fra i Lavoratori di Porta al Prato

I più visti

  • Inside Magritte, la mostra a Firenze

    • dal 1 November 2019 al 26 July 2020
    • Chiesa Santo Stefano al Ponte
  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 February al 30 August 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Palazzo Strozzi, la mostra di Tomás Saraceno

    • dal 22 February al 19 July 2020
    • Palazzo Strozzi
  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 January al 27 December 2020
    • piazza ciompi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento