L'olandese Mathieu Van Der Poel vince i Mondiali Junior | CLASSIFICA

Seconda piazza per il danese Pedersen, che ha regolato allo sprint il gruppetto inseguitore. Terzo l'albanese Iltjan Nika. Primo degli italiani è Lorenzo Rota, giunto quinto al traguardo

Ancora un arrivo in solitaria sul traguardo iridato di Firenze: dopo l’impresa di Mohoric fra gli Under 23, stamattina è toccato all’olandese Mathieu Van Der Poel, già Campione del Mondo in carica di ciclocross, nonché figlio e nipote d’arte (il padre Adrie ha vinto, fra le altre, Fiandre e Liegi  negli anni ’80, il nonno è il popolare campione francese degli anni ’60 e ‘70 Raymond Poulidor, una Vuelta, una Milano-Sanremo e sette tappe al Tour nel suo palmares). Van Der Poel ha staccato tutti gli avversari con due scatti all’ultimo giro (il primo sulla salita di Fiesole, il secondo su quella di via Salviati), precedendo il gruppetto inseguitore per una manciata di secondi. Medaglia d’argento al danese Mads Pedersen, bronzo all’albanese Iltjan Nika, che porta al suo Paese la prima medaglia di un mondiale di ciclismo.
ALBO D'ORO UNDER 23 / CLASSIFICA FINALE

La fuga principale di giornata nasce poco dopo la partenza, avvenuta alle 8,30 da Montecatini Terme, quando prendono il largo il norvegese Sylta, il bielorusso Zhyhunou, l’argentino Crisafulli e il ceco Schlegel, sui quali poi si portano lo sloveno Kumar, il francese Riviere, il danese Jeppesen, il belga Allegaert, l’olandese De Jong, lo statunitense Mostov, gli italiani Andreoletti e Lizde, il tedesco Konig, il colombiano Martinez e l’australiano Fitter. Toccano un vantaggio massimo di 5’05”, poi vengono ripresi: gli ultimi a cedere sono Lidze e Martinez. Podio Uomini Junio - credit BettiniPhoto-2Il colombiano stacca l’italiano al penultimo passaggio in via Salviati, quando su di lui si porta il francese Bonnamour, Campione Europeo in carica.

I due iniziano l’ultimo giro con 14” sul gruppo dei migliori. Bonnamour stacca Martinez verso Fiesole, proprio mentre dal gruppo scatta Van Der Poel che lo riaggancia per poi staccarlo inesorabilmente in via Salviati: negli ultimi cinque chilometri mantiene un margine sufficiente ad arrivare in Viale Paoli sventolando la bandiera olandese; mentre alle sue spalle veniva lanciata la volata, vinta da Pedersen (che quest’anno si è imposto nella Parigi-Roubaix Junior) su Nika (che vive a Prato e corre per la squadra toscana Cipriani & Gestri). Quinta piazza per Lorenzo Rota, primo degli italiani. A premiare i medaglisti sono stati Peder Pedersen, Membro del Comitati Uci e Claudio Rossi, Direttore Generale dei Mondiali di Ciclismo Toscana2013.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Best Bakery, la migliore pasticceria di Firenze è "Tuttobene"

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento