Pasqua 2019, lo Scoppio del Carro: volo perfetto della colombina / FOTO - VIDEO

Nessun intoppo, per la scaramanzia segno che sarà un buon anno: le immagini di piazza del Duomo gremita

Si è svolto senza alcun intoppo il volo della colombina, durante la cerimonia dello scoppio del carro per la Pasqua 2019: sinonimo dunque di buon auspicio e prosperità per l'anno in corso per la città di Firenze.

Il via alla colombina è stato dato pochi minuti dopo le 11, dopo la messa in Duomo celebrata dall'arcivescovo Betori.

Circa 2.500 le cariche pirotecniche che sono esplose durante lo 'scoppio' del carro, in una piazza Duomo gremita di turisti e fiorentini che assistevano allo spettacolo, assiepati dietro le transenne che delimitavano l'area di sicurezza.

Non solo il volo della colombina, che partita dall'interno del Duomo è andata ad accendere il carro, è stato perfetto sia in andata che nel ritorno: anche lo scoppio del carro ha funzionato perfettamente e alla fine si sono aperte senza alcun intoppo le tre bandiere che rappresentano l'arte della lana, lo stemma della famiglia Pazzi e il Giglio di Firenze.

Lo scorso anno invece la colombina si era inceppata.

Prima dello scoppio del carro è stato effettuato, come da tradizione, il sorteggio del Calcio storico: queste le partite per il torneo di San Giovanni 2019.

VIDEO - Il volo perfetto della colombina e lo scoppio del carro

La storia dello scoppio del carro

Lo Scoppio del Carro è una delle più antiche tradizioni popolari fiorentine, che si tramanda da oltre 9 secoli e ripercorre le gesta dei fiorentini alle Crociate e il loro ritorno in città.

La storia affida a Pazzino de’ Pazzi, al ritorno da una crociata nel 1099, le origini dello scoppio del carro. Fu Pazzino, infatti, a riportare alcune pietre focaie con le quali poi a Firenze venivano illuminate le celebrazioni del sabato santo.

In un secondo tempo la cerimonia venne spostata alla domenica e i fiorentini decisero di costruire un carro trionfale che ancora oggi è scortato fino in piazza Duomo dagli armigeri del Comune nei tipici costumi. La forma attuale del carro risale al '600.

Per tutto l'anno il ‘Brindellone’ resta in un apposito deposito di via il Prato e il giorno di Pasqua arriva al Duomo trascinato da quattro buoi, ripuliti e agghindati per la festa.

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Permesso temporaneo per entrare nell'area ZTL

I più letti della settimana

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

Torna su
FirenzeToday è in caricamento