Prostituzione, il sindaco di Bologna smentisce Nardella: “Non multeremo i clienti”

Dopo le affermazioni di Nardella che annunciava “che anche Bologna ci copierà”

Ieri mattina il sindaco Dario Nardella annunciava ai microfoni di Lady Radio, lodando l'ordinanza anti prostituzione che punisce i clienti con multe e fino a 3 mesi di carcere, “che anche Bologna replicherà il nostro provvedimento”.

Un'affermazione alla quale il primo cittadino della città delle due torri, Virginio Merola, Pd come Nardella, ha voluto replicare, rettificando le affermazioni del collega fiorentino.

“Questa mattina, in una trasmissione radiofonica, Dario Nardella ha detto che intendo replicare a Bologna l'ordinanza che prevede multe per i clienti delle prostitute. Non è esattamente così. A lui ho chiesto le ordinanze che ha firmato in materia di sicurezza, compresa quella sulla prostituzione, per avere spunti di lavoro. Non intendo però applicare a Bologna un'ordinanza che multi i clienti delle prostitute”, ha scritto Merola su Facebook.

Per la cronaca, l'ordinanza anti prostituzione in 4 mesi, da settembre ad oggi, a Firenze ha portato a 24 clienti denunciati, con altrettante multe. Il provvedimento, difeso con forza dall'amministrazione fiorentina, resterà in vigore per sei mesi, fino a marzo. Poi Palazzo Vecchio dovrà decidere se replicarlo oppure no.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Vedere Richard Gere a Firenze: ecco come fare 

  • Fiorentina, Nardella: “Nuovo stadio a Campi? Mi opporrò con tutte le forze”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento