Mondeggi Bene Comune, assolti gli attivisti-agricoltori. Festeggia anche Vandana Shiva

Evitata una maxi-sanzione da quasi 100.000 euro. Erano accusati di occupazione e furto

“Il fatto non sussiste”. Con questa formula il tribunale di Firenze ha pienamente assolto 17 attivisti di Mondeggi Bene Comune, la fattoria-comunità di Bagno a Ripoli (Firenze) che da cinque anni sta dando vita a un innovativo progetto di gestione comunitaria di agricoltura, dopo aver recuperato 200 ettari di collina in balia di degrado e abbandono. Gli attivisti-agricoltori erano finiti a processo con le accuse di occupazione e furto di acqua ed elettricità.

Per loro non è una vittoria da poco. Perché oltre ai possibili risvolti penali – l'accusa aveva chiesto di condannare ogni attivista a 1 anno e 2 mesi – il processo portava con sé un vero e proprio incubo economico per la comunità agricola. Nel caso fossero stati condannati, come chiedevano pm e parti civili, gli attivisti di Mondeggi Bene Comune avrebbero infatti dovuto pagare ben 94.000 euro: una multa di 1.000 euro a testa per ciascun attivista e, sopratutto, 77.000 euro come risarcimento alla Città Metropolitana, costituitasi parte civile. Di cui 50.000 euro per danni di immagine.

Cifre che – se confermate nei successivi gradi di giudizio - avrebbero con ogni probabilità mandato “gambe all'aria” l'esperienza di Mondeggi e spalancato la strada alla vendita a privati di questa antica tenuta agricola di proprietà pubblica. Come vorrebbe la Città Metropolitana. E invece, almeno per ora, l'esperienza di Mondeggi Bene Comune può continuare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una sentenza esemplare che restituisce speranza e allegria a chi lavora una terra libera in una tenuta con una gestione comunitaria e ci aiuta, anche in questa occasione, a non confondere la giustizia e l’interesse di tutti con la presunta e astratta legalità che copre i bassi interessi speculativi di qualcuno e, nella migliore delle ipotesi, il disinteresse per i beni comuni” hanno dichiarato gli agricoltori-attivisti dopo la sentenza, di cui si attendono le motivazioni. E a festeggiare la vittoria in tribunale, sulla collina autogestita a Bagno a Ripoli ieri si è presentata anche l'attivista e ambientalista indiana Vandana Shiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento