Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Festa di Santa Barbara: il bilancio operativo del 2019

Presentato in occasione della patrona dei vigili del fuoco

 

Stamani ha avuto luogo la celebrazione della festività di Santa Barbara, patrona del corpo nazionale dei vigili del fuoco. La cerimonia si è tenuta presso la chiesa di San Francesco, in piazza Savonarola, ed è stata officiata dal cardinale Giuseppe Betori (Arcivescovo di Firenze). Presenti le massime autorità civili e militari a partire da prefetto Laura Lega.

BILANCIO
 
La ricorrenza è stata un’occasione per effettuare il bilancio dell’attività svolta nell’ultimo anno e quindi per fornire un “rendiconto” alla collettività di ciò che è stato l’impegno svolto dai vigili del fuoco della provincia di Firenze. In questi ultimi 12 mesi, relativamente all’attività di soccorso tecnico urgente, risultano effettuati oltre 11200 interventi, sostanzialmente in linea con il “carico di lavoro” degli ultimi anni.

L’elevato numero di interventi è espressione di una “Domanda di Soccorso” sempre molto alta e quindi, per certi versi, di una vulnerabilità del territorio ma anche di una vulnerabilità del tessuto sociale. Circa il 20% degli interventi (oltre 2200) sono stati necessari a causa di incendi, oltre il 12% degli interventi sono stati richiesti per danni d’acqua (circa 1400 interventi). Quasi il 4% gli interventi a causa di incidenti stradali (oltre 430 interventi) ed oltre 7000 (circa il 63%) quelli effettuati per esigenze varie quali verifiche di stabilità, dissesti statici, recupero beni, soccorso a persone, soccorso e recupero animali ecc. Il 35% degli interventi (quasi 4000) è stato effettuato dalla sede centrale di Firenze, circa il 26% (2875) dalla sede di “Firenze Ovest”, circa l’11% (1243) dalla sede di Empoli, oltre il 5% (580) dalla sede di Borgo San Lorenzo, quasi il 5% (533) dalla sede di Figline Valdarno, oltre il 5% (587) da quella di Petrazzi ed il 6% (680) da quella di Pontassieve. Significativa è stata anche l’attività delle sedi volontarie che ha visto espletati ben 716 interventi (oltre il 6%) dal distaccamento di Calenzano e 36 interventi (circa lo 0,3 %) dal distaccamento di Marradi.  

Si sottolineano, poi, le attività istituzionali svolte dalla sede aeroportuale di “Peretola” a garanzia della sicurezza dell’infrastruttura aeroportuale, nel rispetto delle specifiche disposizioni legislative e regolamentari.

La ripartizione per tipologia di detti interventi evidenzia che: il 20% circa si sono resi necessari per incendio; il 4 % circa  si sono resi necessari per incidenti stradali; il 12% circa si sono resi necessari per dissesti statici o danni d’acqua; il 64% circa si sono resi necessari per esigenze varie quali a titolo di esempio: soccorso a persona, taglio di alberi pericolanti, aperture porte, soccorso ad animali, verifiche di stabilità, accertamenti dissesti strutturali. Tali dati vengono forniti con orgoglio e consentono di sostenere, senza peccare in presunzione, che i Vigili del Fuoco sono un sicuro e primario riferimento nel “sistema sicurezza della provincia di Firenze”.  

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento