Sesto Sesto Fiorentino / Via XX Settembre

Sesto Fiorentino, “risposta evasiva ed in colpevole ritardo quella del sindaco”

Così il comitato "Salviamo il parcheggio pubblico di Viale XX Settembre" definisce la risposta del primo cittadino. L'argomento sarà affrontato nel consiglio comunale del 28 marzo

Dura la replica del Comitato “Salviamo il parcheggio pubblico di Viale XX Settembre” alla risposta del Sindaco. Sulla questione il 3 luglio dello scorso anno fu presentato una petizione popolare sottoscritta da oltre 3200 cittadini che esprimevano il loro dissenso alla costruzione del condominio al posto del parcheggio.

“È sconcertante, infatti, il patetico espediente del Sindaco di giustificare la ritardata risposta con l’incapacità dell’Amministrazione di comprendere il significato della petizione e la volontà dei firmatari” si legge in una nota del Comitato.

Secondo il Comitato inoltre “ la giustificazione appare ancora più grave del colpevole ritardo, visto che il Comune è tenuto a rispondere entro 30 giorni dalla presentazione, forse il sindaco intende sottolineare che l'amministrazione, di cui è al vertice non dispone neppure delle competenze tecniche per qualificare correttamente gli atti di cui è destinataria?”.

La preoccupazione maggiore del Comitato e che se la vicenda continua ad andare avanti si potrebbe creare un precedente come si legge nella nota stampa. “Il forte disagio è legato ad una risposta del tutto evasiva che, oltre a confermare tutte le ragioni del Comitato, lascia emergere come unica ragione dell’operazione la volontà di garantire la rendita immobiliare urbana, con una discutibile operazione di messa a repentaglio di beni e di spazi pubblici comunali che, se arriverà in porto, costituirà un pericoloso e avventato precedente” continua il comunicato del Comitato.

Quello che è sicuro è che il Comitato continuerà il suo lavoro di opposizione e di battaglia ed oltre a dare conto delle posizioni dei candidati Sindaci rispetto a questa vicenda “sosterrà quelle forze politiche che sapranno coniugare nei fatti lo sviluppo cittadino con la salvaguardia dei valori essenziali della città, del paesaggio e dell’ambiente, a partire da quello di legalità, rimettendo in discussione quello che sarebbe un vero regalo alla rendita immobiliare”.

Proprio il prossimo 28 marzo nella seduta del consiglio comunale si parlerà della variante che prevede la realizzazione del condominio al posto del parcheggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto Fiorentino, “risposta evasiva ed in colpevole ritardo quella del sindaco”

FirenzeToday è in caricamento