rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sesto Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino, cattivi odori da Case Passerini: nessun perico ambientale

Nessun pericolo per la salute dei cittadini. Il cattivo odore è causato dal processo naturale e dalle condizioni atmosferiche

Nessun pericolo per la salute dei cittadini. Il cattivo odore che si avverte nella zona sud di Sesto Fiorentino è dovuto all'attività di compostaggio a Case Passerini ed le condizioni atmosferiche. L'odore percepito è solo la naturale fermentazione che viene aumentata dalle piogge abbondanti.

Nei primi 6 mesi del 2014 sono state avviate al riciclo 36 mila tonnellate di materiali organici a Case Passerini. Un quantitativo di grande dimensioni, dovuto all'estensione del sistema di raccolta differenziata della origine domestica assieme agli scarti vegetali di tagli e potature su aree pubbliche e private.

“Abbiamo immediatamente chiesto a Quadrifoglio chiarimenti e rassicurazioni per la salute dei cittadini – ha detto il sindaco Sara Biagiotti – L’impianto è costantemente monitorato anche da Arpat e non c’è alcun rischio per la popolazione. E’ un processo naturale dell’attività di compostaggio, accentuato dalle condizioni atmosferiche particolari di questa estate. Un disagio temporaneo causato da una combinazione di fattori che scomparirà naturalmente”.

Il cattivo odore, inoltre, non può venire dalla lavorazione vera e propria visto che tale processo avviene totalmente al chiuso. La lavorazione è costantemente monitorata da Arpat e gli abbattimenti sono realizzati scrubbers e biofiltri. Infatti gli scrubbers lavano l'aria che poi passa attraverso i biofiltri. Il maleodore non può provenire nemmeno dalla selezione di rifiuti urbani indifferenziati, che lavora essenzialmente frazioni secche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto Fiorentino, cattivi odori da Case Passerini: nessun perico ambientale

FirenzeToday è in caricamento