rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Scandicci Scandicci / Piazza Giovanni Boccaccio

Scuola, l’Isia non chiude e si trasferisce a Scandicci

L'istituto si trasferirà nei locali di Piazza Boccaccio. In arrivo 2 milioni di euro dal ministero per la sistemazione della struttura

L'Isia di Firenze avrà la sua nuova sede nei locali scolastici di Piazza Boccaccio a Scandicci, con un finanziamento ministeriale di due milioni di euro necessari alla sistemazione della struttura.

A dare la notizia è il primo cittadino di Scandicci Simone Gheri, “accogliamo con grande soddisfazione la decisione del Ministero della Pubblica istruzione di finanziare l’Isia, l’Istituto superiore industrie artistiche che dal 2014 si trasferirà a Scandicci. Questo risultato – prosegue Gheri – è il frutto di un gioco di squadra fatto assieme al Comune di Firenze, alla Regione Toscana e alla Senatrice Rosa Maria Di Giorgi, ed è il segno di una visione metropolitana”.

L'arrivo del finanziamento è stato annunciato dalla senatrice fiorentina Rosa Maria Di Giorgi, dopo alcuni incontri al Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca: “L’Isia di Firenze non chiuderà i battenti – ha detto -. Siamo riusciti a reperire i primi 2 milioni di euro che serviranno per ristrutturare la nuova sede dell'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, garantendo così spazi adeguati a questa eccellenza formativa dell'area fiorentina".

L'Isia aveva avuto problemi per la sede fiorentina di via Alfani che avrebbe dovuto lasciare entro il giugno 2014. “Per trovare una soluzione – ha continuato la senatrice - che garantisse questa realtà dell’alta formazione, capace di coniugare creatività, esigenze del mercato del lavoro e una progettualità eticamente responsabile, si è impegnato in prima persona il Sindaco di Firenze Matteo Renzi”.

“I 2 milioni di euro garantiti dal ministero, su 3 necessari per l'intervento – ha concluso la Senatrice Di Giorgi - rappresentano un primo passo per l'adeguamento della nuova sede messa a disposizione dal Comune di Scandicci, comunque fondamentale per garantirne il prosieguo dell'attività''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, l’Isia non chiude e si trasferisce a Scandicci

FirenzeToday è in caricamento