ScandicciToday

Nuovo regolamento urbanistico a Scandicci

Una riduzione di superficie da costruire di 21 mila metri quadri. Un'attenzione maggiore alle esigenze produttive delle aziende e del mondo del lavoro

Una riduzione di 21 mila metri quadri di superficie da costruire è questa la maggiore novità inserita nel nuovo regolamento urbanistico approvato nell'ultima seduta. Il nuovo regolamento andrà a sostituire, quello in vigore dal 2007,ed è stato approvato assieme alla variante al Piano strutturale con il voto favorevole della maggioranza di centro sinistra e quelli contrari di Pdl e gruppo misto.

“Con l'approvazione del nuovo Regolamento urbanistico confermiamo la filosofia di base della pianificazione del nostro territorio degli ultimi anni – dice il Sindaco Simone Gheri - ovvero regole chiare, definite, e la capacita' di attualizzare i concetti di base alla nuove esigenze: quindi confermiamo la massima tutela del territorio collinare ed extraurbano, mentre per le zone urbane l'attenzione al mondo imprenditoriale che crea lavoro, e una riduzione per la residenza”.

Un regolamento che secondo l'amministrazione comunale risponde alle esigenze produttive, con un'attenzione concreta al mondo del lavoro e alle prospettive occupazionali come spiega anche il Vicesindaco, nonché assessore all'urbanistica Alessandro Baglioni. “l'elemento sostanziale e' che con il nuovo Regolamento urbanistico diamo risposta in primis alle esigenze delle aziende produttive, con un'attenzione concreta al mondo del lavoro e alle prospettive occupazionali poi alla formazione con il polo e le strutture previste con il Pius, cosi' come alla istruzione secondaria. Definiamo inoltre l'asse centrale della città con la previsione di riqualificare piazza Togliatti, grazie al processo di partecipazione dei cittadini avviato nei primi giorni di questo mese”.

Prima dell'approvazione sono arrivate molte osservazioni al comune circa 230 da diversi soggetti, cittadini, imprese e associazioni. Tutte sono state prese in considerazione e analizzate. Su ogni singola osservazione il Consiglio Comunale ha votato la relativa proposta fatta dalla Giunta. Le osservazioni al nuovo regolamento accolte in tutto o in parte sono state 108, quelle respinte 132; per la variante al Piano strutturale 6 osservazioni sono state respinte, 5 accolte in tutto o in parte.

“Il Regolamento urbanistico doveva essere approvato nel dicembre scorso- ha continuato il Vicesindaco Baglioni, ma a seguito di richieste di integrazioni e di chiarimenti molto articolate del Genio Civile sugli aspetti del rischio e della conseguente regimazione idraulica per specifiche zone della città, l’Amministrazione comunale si è attivata con uno studio per controdedurre il Genio Civile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

  • Coronavirus: sfondata quota 1.000 nuovi positivi

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco di contagi: 1.290 in un giorno, 432 nel Fiorentino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento