Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stop da coronavirus all'Università: aule vuote ma mense in funzione a Novoli / VIDEO

Didattica sospesa ma i punti di ristoro continuano a garantire il servizio anche se con alcune "limitazioni" 

 

Stamani era semideserto il lungo corridoio che corre tra le palazzine cubiche dell'università di Novoli. Una serie di cartelli appesi con indicazioni igieniche e direttive sul coronavirus, anche se non manca qualche universitario che si "confessa" con un amico. Scene lontane dal fermento che fino a ieri si viveva nel polo delle scienze sociali. Le lezioni sono sospese, sebbene vengano garantite le tesi: fino a lunedì, quando dovrebbe prendere il via la didattica online. Garantiti anche i servizi amministrativi e tecnici, così come il portierato e le pulizie.

MENSE 
In funzione le mense anche se con alcune accortezze, come lo scaglionamento, e il personale che indica agli studenti dove sedersi. Ricordando la distanza minima da mantenere in modo che i più "trasgressivi" rischino un gomito a gomito.

Sul prossimo futuro non manca il pressing.  “Cosa pensano di fare Università e Regione in merito alle mense o alle case dello studente, luoghi di grande aggregazione?" - chiede il capogruppo di Forza Italia, Jacopo Cellai, insieme ai responsabili del centrodestra universitario. 

Al momento la situazione non presenta criticità. Infatti, ad aule chiuse, l'affluenza si è ovviamente ridotta. Motivo per cui, al momento, sembra non ci siano variazioni in programma rispetto a quanto stabilito. L'azienda per il Diritto allo Studio Universitario, competente in materia, applicherà delle variazioni nel caso venisse indicato alla Regione Toscana.

La questione è importante, interessa almeno 5500 studenti su Firenze, i cosiddetti "borsisti", quelli che godono della gratuità del servizio mensa. Nel caso ci fossero altre disposizioni si potrebbe sfruttare il servizio di take away garantito nei punti gestiti direttamente da Dsu e anche in altri in appalto. 

Capitolo residenze universitarie. Un blocco che regge 4500 studenti in tutta la Toscana. Anche qui sono state prese delle precauzioni. Come nella Casa dello Studente dove è stato interdetto l'accesso agli esterni in alloggi e nelle sale studio.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento