Scandicci: la nuova sede della Croce Rossa è green / VIDEO

Dopo l'incendio del 2017 taglio del nastro per la nuova struttura

E' stata inaugurata nel pomeriggio la nuova sede della Croce Rossa Italiana. Un punto di riferimento per il volontariato e la cittadinanza intera a quattro anni dall'incendio del 2017 che distrusse la struttura di Via Vivaldi poco prima della completa realizzazione. Presenti il sindaco Sandro Fallani, il governatore Eugenio Giani e il presidente nazionale della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca. 

La struttura green

Una struttura all’avanguardia, dedicata ai bisogni di tutte le fasce della popolazione, dalla più giovane alla più anziana, con spazi accoglienti e funzionali; ambulatori medici, baby point, baby park, attività fisica adattata, servizio civile, uffici amministrativi e sala volontari per il personale addetto ai vari servizi. Il tutto inserito in un edificio moderno dove l’efficienza energetica restituisce alla nuova sede della Croce Rossa un ambiente proiettato al futuro grazie all’inserimento di pannelli fotovoltaici e solare termico.

La data è significativa: “Vogliamo riprenderci ciò che ci era stato tolto in quel tragico incendio di quattro anni fa: la nostra sede, la sede di tutti i cittadini. Restituiamo una struttura ancora più bella e più efficiente di come era stata progettata e che quel tragico evento non ha potuto arrestare”, sostiene il presidente della Cri, Gianni Pompei.

“Un momento importantissimo per tutta la città, oltre che per i volontari di Croce Rossa che ogni giorno operano con impegno, passione e competenza a Scandicci – dice il Sindaco Sandro Fallani – dopo l’incendio che quattro anni fa distrusse la sede a poche settimane dalla fine dei lavori, Croce Rossa con determinazione ha coinvolto l’intera comunità e tutti assieme abbiamo reagito: abbiamo assistito a tanta solidarietà, l’apertura della nuova sede è un risultato che riempie di orgoglio ognuno di noi. Ai volontari di Cri Scandicci va il nostro grazie per l’esempio dato in questi anni”.

Per ricordare l’evento, durante la presentazione della nuova sede è stata scoperta una lapide ricordo con un testo tratto da “Un ricordo di Solferino” (1862) di Henry DUNANT, Fondatore della Croce Rossa: “Ma le donne di Castiglione, vedendo che io non faccio alcuna distinzione di nazionalità, seguono il mio esempio, professando la stessa benevolenza a tutti quegli uomini di origini così diverse, e che per loro sono tutti egualmente stranieri. Tutti fratelli..."

 
 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Scandicci: la nuova sede della Croce Rossa è green / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento