rotate-mobile

Bambino scomparso a Palazzuolo sul Senio: il momento del ritrovamento / VIDEO

Il piccolo Nicola affidato alla madre

Dopo oltre trenta ore è stato ritrovato vivo Nicola Tanturli, il bambino di 21 mesi che era scomparso nell’Alto Mugello. Il piccolo è stato ritrovato nella boscaglia grazie ad una segnalazione della troupe di Rai1. Dopo esser stato affidato alla madre è stato accompagnato al Meyer per accertamenti. 

Le operazioni di ricerca, iniziate ieri mattina a seguito dell’attivazione da parte della Prefettura del “Piano di ricerca per le persone scomparse”, hanno visto un grandissimo dispiegamento di persone e mezzi: carabinieri, vigili del fuoco, soccorso alpino, guardia di finanza, aeronautica militare, volontari della protezione civile della Città Metropolitana e associazioni di volontariato (tra cui Penelope onlus, Penelope Scomparsi Toscana, Psicologi per i Popoli). La Questura di Firenze ha contribuito alle operazioni attivando i siti internazionali per la ricerca dei bambini scomparsi. Oltre 200 persone che hanno costantemente operato, con l’ausilio di elicotteri, droni, unità cinofile e torri faro per proseguire le ricerche anche nelle ore notturne. Presente anche la croce rossa e i sommozzatori dei
vigili del fuoco.

Il bambino è stato ritrovato in fondo a un burrone, a circa tre-quattro chilometri da casa, sotto la strada sterrata verso Quadalto. Provato, ma in discrete condizioni di salute.  L’area del ritrovamento in parte era già stata battuta nella giornata dal casolare in cui vive con i genitori, in un ecovillaggio a Campanara, quando una troupe Rai ha segnalato la presenza del piccolo. I carabinieri sono intervenuti portandolo fuori dalla macchia e poi affidandolo ai soccorritori del 118. 

"Il piccolo Nicola è un bambino molto attivo, vispo e potrebbe aver camminato per un chilometro. Era abituato ad uscire dalla casa, a vivere e giocare all’aria aperta", aveva detto ieri il sindaco di Palazzuolo sul Senio, Gian Piero Philip Moschetti. Dinamica, quella che i bambini si allontanino in autonomia nei paraggi delle abitazioni, che non sarebbe nuova.

Nicola era già abituato a uscire da solo e a muoversi con una certa libertà almeno nelle pertinenze della casa. Per questo la pista più battuta è stata quella di un allontanamento del bambino stesso. 

Adesso l’Arma, sotto il coordinamento della procura, sta approfondendo per capire meglio l’intera dinamica dell’accaduto. I servizi sociali si stanno già interessando della vicenda.

Il prefetto di Firenze Alessandra Guidi ha espresso gioia e soddisfazione per il ritrovamento del piccolo Nicola.

Palazzuolo: il ritrovamento del bambino

Visitato al Meyer, come sta il piccolo Nicola

Il bambino è vivo

Giani: il Pegaso al sindaco

Il giornalista che ha visto Nicola

Il racconto del volontario

Bambino scomparso a Palazzuolo: il carabinieri l'ha portato in salvo

Festa in Paese: "E' un miracolo"

La soddisfazione del sindaco di Palazzuolo

Visitato al Meyer, come sta il piccolo Nicola

Sullo stesso argomento

Video popolari

Bambino scomparso a Palazzuolo sul Senio: il momento del ritrovamento / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento