Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, si torna a mangiare al ristorante. Voglia di ripartire e clienti affezionati: "Finalmente" / VIDEO

Gli avventori però sono pochissimi: "Difficile un bilancio al primo giorno, riaprire però è già un grande passo"

 

Oggi, 18 maggio, hanno riaperto anche i ristoranti, al pari di bar, negozi, parrucchieri e centri estetici. La riapertura, sottolineano i ristoratori, è un primo passo che dà speranza. La capienza dei locali è stata ridotta moltissimo per rispettare le norme di sicurezza sanitaria e di distanziamento. Del resto, i clienti sono pochi. E si prevedono, di qui a chissà quando, incassi bassi, con la gran parte dei dipendenti che resta in cassa integrazione. Soprattutto nel centro storico si nota un numero ridottissimo, non essendoci più turisti. Tanto che qualcuno ha scelto di restare con la saracinesca abbassata. Se la cavano meglio coloro che avevano una clientela 'affezionata' anche tra i fiorentini. Fare un bilancio al primo giorno di riapertura naturalmente non è possibile, lo si potrà fare solo tra qualche settimana. Intanto ecco quello che ci hanno detto i ristoratori che abbiamo incontrato nell'ora del pranzo. Una cosa è certo: i loro 'ospiti' erano ben contenti di tornare in trattoria. (Copyright 2020 Citynews)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento