Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Protesta contro le restrizioni: apre la pizzeria e viene subito multato / VIDEO

Momi è fra i leader dei ristoratori in rivolta: sanzionato per la nona volta. Multa e chiusura per un ristorante in viale Lavagnini

 

Ha aperto la sua pizzeria, come già aveva fatto per tutto il periodo delle restrizioni. E appena ha alzato la saracinesca nel suo locale sono entrati i carabinieri e lo hanno multato. E' la nona sanzione che subisce Momi El Hawi, gestore dei due ristoranti da "Tito". 

L'episodio è accaduto nel locale di via Baracca e non ha sorpreso i presenti. Ma è avvenuto nella giornata indetta dai ristoratori di tutta Italia per protestare contro le chiusure imposte dal governo per l'emergenza coronavirus.

Nel locale, aperto con la limitazione dei posti come previsto dalle norme, hanno cenato alcune decine di persone, in tavoli distanziati. "Andremo avanti nella nostra protesta", ha spiegato Momi, fra i leader della protesta "Ioapro1501", ai microfoni di FirenzeToday.

Nella serata ad essere multato dalla polizia è stato anche il ristorante "Il Clarinetto" di viale Spartaco Lavagnini, che aveva aderito alla protesta "Ioapro1501". Multati con una sanzione da 400 euro il titolare e nove clienti che erano seduti ai tavoli. Disposta anche la chiusura immediata del locale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento