Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tragedia al lago, le parole del testimone: "Mezz'ora di ricerche disperate, ma l'acqua era torbida" / VIDEO

Gianluca si è tuffato quando ha sentito le urla dei familiari del 29enne andato giù all'improvviso, forse per un malore. Ma è stato tutto vano

 

Un ragazzo di 29 anni, Greene Aguirre Valdivia, è affogato nel lago di Castel Ruggero, che lambisce i Comuni di Bagno a Ripoli, Impruneta e Greve in Chianti (Firenze).

La tragedia, forse causata da un malore improvviso, è avvenuta intorno alle 12. Il giovane di origini peruviane, che abitava a Pontassieve e lavorava come badante, si trovava al lago con i familiari per un pic nic domenicale.

Si trovava in acqua e voleva raggiungere due parenti che stavano già facendo il bagno, quando è andato giù senza più riemergere.

A lanciare l'allarme, gli stessi familiari della vittima, a partire dalla moglie.

Vani i soccorsi dei sanitari del 118 e dei sommozzatori dei vigili del fuoco, che hanno recuperato il corpo dopo un'ora di ricerche.

Sull'accaduto, il pm Alessandra Falcone della procura di Firenze ha aperto un fascicolo e disposto l'autopsia sulla salma.

Stando ai primi accertamenti, nel lago - che è privato - vige il divieto di balneazione, come testimonia la segnaletica sul posto.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento