Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus: grida e fiamme, a Sollicciano la protesta dei detenuti | VIDEO

 

L'onda lunga delle proteste e delle rivolte che corre per le carceri italiane a causa del Coronavirus, è arrivata anche a Sollicciano.

Al grido di "libertà, libertà", ieri sera i detenuti dell'istituto penitenziario di via Minervini hanno cominciato a battere oggetti sulle sbarre delle celle, accendere fuochi e urlare tutta la loro rabbia per i provvedimenti restrittivi del Governo in materia di Covid-19.

A seguito delle proteste, intorno alle 20.30 le forze dell'ordine hanno circondato il perimetro del carcere. Non si sono registrati scontri nè feriti.

In particolare, i detenuti hanno protestato per la sospensione delle visite parentali e denunciato le precarie condizioni di sicurezza sanitaria, chiedendo a gran voce l'amnistia.

Le proteste a Sollicciano sono scattate poco dopo un incontro fra il direttore della struttura e il consiglio dei detenuti, proprio sulla questione dei colloqui. Precedentemente, sempre ieri, proteste si erano registrate in Toscana a Prato e Pisa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento