Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, arrivate a Firenze da Bergamo sui camion dell'esercito le prime 50 bare / VIDEO

Al crematorio del cimitero di Trespiano. Nei prossimi giorni ne arriveranno altre

 

La tragedia seminata dal coronavirus nel nord Italia approda alle porte di Firenze. Sono arrivate oggi pomeriggio al crematorio di Trespiano intorno alle 17 da Bergamo, trasportate dai camion dell'esercito, le prime 50 bare con altrettanti morti di Bergamo.

Perché nella città lombarda non c'è più posto per i morti. Immagini impressionanti, che abbiamo già visto nei giorni scorsi, quando da Bergamo molte bare sono state portate in altre città, ma alle quali non possiamo abituarci.

Nelle prossime settimane si prevede che arrivino altre salme da Bergamo a Trespiano, dove il tempio crematorio è attivo in questo periodo 24 ore al giorno.

"Firenze è vicina al dolore di Bergamo e delle altre città del Nord fortemente colpite dal coronavirus. Dare la disponibilità a cremare in città le salme bergamasche è il minimo che potevamo fare per aiutare Bergamo e il suo sindaco Giorgio Gori", ha dichiarato il sindaco Dario Nardella.

"È come se il nostro Paese fosse in guerra - ha continuato Nardella -. Stiamo combattendo tutti contro il virus ed è importante aiutare coloro che sono più colpiti e stanno peggio di noi. Per come possiamo, aiuteremo le città più in difficoltà. Nessuna città deve essere lasciata sola”.

"Sono giorni duri per tutti, in cui la società di gestione ha deciso di rendere operativi i propri operatori giorno e notte per aiutare. La cremazione delle salme che arrivano da fuori città si aggiunge al consueto servizio fiorentini e toscani, che verranno regolarmente cremati nell’arco delle 24 ore”, ha aggiunto l'assessore al welfare Andrea Vannucci, ringraziando gli operatori del crematorio per il lavoro che stanno facendo.

"Come Comune, in caso di bisogno - ha concluso Vannucci -, possiamo mettere a disposizione anche le celle frigorifere del cimitero di Trespiano". Come detto, nei prossimi giorni arriveranno altre salme. Altre persone morte di coronavirus.

(Copyright 2020 Citynews)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento