rotate-mobile
Volley

Volley A1, la Savino Del Bene Scandicci si tiene stretta il suo condottiero

Massimo Barbolini guiderà la formazione biancoblù anche per la prossima stagione: "Vogliamo ancora crescere"

La Savino Del Bene Scandicci non poteva che ripartire da lui. Anche per la prossima stagione sarà Massimo Barbolini a guidare la formazione biancoblù, che in quella appena trascorsa ha centrato l'obbiettivo di portare a casa il primo trofeo della storia, vale a dire la Challenge Cup, e di qualificarsi ancora una volta in semifinale scudetto. 

Il tecnico modenese, che avrà dunque un ruolo centrale nella crescita di questo gruppo, commenta così la decisione della società: "L’obiettivo anche per quest’anno sarà quello di far crescere giocatrici che ci hanno dato tantissimo, soprattutto nella seconda parte del campionato. Credo che i risultati siano arrivati anche grazie a queste scelte, ovvero a quelle che hanno portato a dare fiducia a buona parte del gruppo che ha fatto bene anche nell’anno precedente. Vogliamo ancora crescere, per farlo sicuramente andremo a pianificare le prossime mosse. Quest’anno abbiamo fatto un bel risultato vincendo la Challenge Cup, ma non dobbiamo accontentarci e bisognerà cercare di fare meglio". 

LA CARRIERA - Scandicci dunque si affida ad uno degli allenatori più vincenti in circolazione, che ha trascorso i primi anni di carriera nella pallavolo maschile a partire dall’85-86 affiancando Julio Velasco sulla panchina della Panini Modena prima ed in seguito transitando da Agrigento in A2, tornando a Modena e passando successivamente da Spoleto, approda nel 93-94 nel volley femminile. Alla guida di Matera raggiunge subito l’accoppiata scudetto-coppa Italia nel 94 e nel 95, riuscendo anche a portare in Basilicata la coppa dei campioni nella stagione 1995-96. Nel 96-97 si aggiudica la Coppa Cev con Roma superando nella finale tutta italiana la Romanelli Firenze, mentre in seguito approda a Perugia, dove in dieci anni vince praticamente tutto tra Coppa Italia, Scudetto, Coppa Cev, Champions League e Coppa di Lega. Nel 2006 viene chiamato a sedersi sulla panchina dell’italvolley, dove vince nel 2007 Coppa del Mondo ed Europeo, competizione che si aggiudicherà anche nel 2009 insieme alla Grand Champions Cup. Nel 2011 bissa il successo nella Coppa del Mondo, arrivando in Giappone davanti a Stati Uniti e Cina e qualificandosi ai giochi olimpici di Londra. Alla stagione 2012-2013 risale la sua esperienza al Galatasaray in Turchia, paese nel quale ricoprirà anche l’incarico di CT della nazionale fino al 2015. Nel 2015-2016 torna in Italia da coach di Casalmaggiore, con il quale vince Supercoppa Italiana e Champions League, per far ritorno poi nella stagione 2016-2017 in Turchia da capo allenatore dell”Eczac?ba?? Spor Kulübü, squadra con la quale vince il mondiale per club. Dal 2017-2018 torna in Italia per sedere sulla panchina di Novara, e proprio con le piemontesi ottiene la Supercoppa 2017, due Coppe Italia e la CEV Champions League 2018-19. Al termine della stagione 2019-20 il tecnico arriva in terra toscana, firmando per la Savino Del Bene Volley, con la quale nella stagione 2021/2022 trionfa nella Cev Challenge Cup.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1, la Savino Del Bene Scandicci si tiene stretta il suo condottiero

FirenzeToday è in caricamento