rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Volley

Cev Cup, la Savino Del Bene pronta a tornare in campo: domani sfida al Mladost di Zagabria

Le croate, capoclassifica del proprio campionato, sono il secondo ostacolo sulla strada delle biancoblù. Barbolini: "Dobbiamo partire e pensare bene"

L'Europa chiama nuovamente e toccherà alla Savino Del Bene Scandicci rispondere. La vicecapolista della serie A1 torna in campo domani sera alle ore 20:30 per la Cev Cup: rimosso d'autorità l'ostacolo Galatasaray, quello più imminente si chiama Mladost, squadra di Zagabria attuale capolista (ed imbattuta) del campionato croato. Il pronostico ovviamente è tutto dalla parte delle italiane, ma a livello internazionale non ci si può permettere di prendere sottogamba alcun avversario. Si gioca come sempre nell'ottica del doppio confronto e chi totalizzerà più punti tra l'andata ed il ritorno, previsto la settimana prossima a Palazzo Wanny, accederà ai quarti di finale. 

Così Massimo Barbolini alla vigilia della partita: "Il Mladost è una squadra molto giovane. Nei sedicesimi di finale hanno vinto agevolmente, anche perchè la loro rivale era una formazione finladese di non altissimo livello. Come tutte le partite di coppa dobbiamo concentrarci principalmente su di noi, perchè giochiamo con una squadra che non conosciamo, fatta eccezione per una giocatrice (ndr Klara Peri?) che ha giocato brevemente nel campionato italiano. Dobbiamo essere bravi noi a partire bene ed a pensare a fare bene. Sarà una partita in cui ci sarà spazio anche per chi fino ad oggi ha giocato meno". 

Quello tra Scandicci e Zagabria sarà il primo confronto in assoluto. Il Mladost, anche se da tempo è assente dalla scena europea di alto livello, è comunque una compagine di grande tradizione. Tra i successi più importanti spicca la Coppa dei Campioni conquistata nel 1991 ed inoltre è stata finalista perdente nel 1992 e 1994. Poi quattro MEVZA League tra il 1995 e il 1999 ed infine 16 vittorie dello scudetto del suo Paese ed 11 coppe nazionali. 

Insomma, il palmares è di tutto rispetto, ma la differenza di valori tecnici è chiara: sarà ancora una volta compito della Savino Del Bene proseguire nel magic moment (7 vittorie in fila tra campionato e coppa) e recitare la parte della lepre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cev Cup, la Savino Del Bene pronta a tornare in campo: domani sfida al Mladost di Zagabria

FirenzeToday è in caricamento