Volley

Volley femminile, l'Italia abbatte anche la Serbia. Antropova protagonista

L'opposta della Savino Del Bene Scandicci si rivela ancora una volta una più che affidabile vice Egonu ed è la top scorer dell'incontro. Il 21 quarto di finale contro gli Usa

L'Italia, malgrado abbia già da alcuni giorni centrato il proprio obbiettivo primario, ovvero la qualficazione alle olimpiadi (con tanto posizionamento al terzo posto tra le teste di serie al sorteggio), non sembra proprio intenzionata ad accontentarsi e punta con decisione a concorrere fino in fondo per vincere la VNL.

La dimostrazione è il 3-1 rifilato alla Serbia, una delle nazionali più in voga, benchè le ragazze di Julio Velasco fossero infarcite di seconde linee. C'era da migliorare la propria classifica e questo intento è stato raggiunto in pieno: a causa della sconfitta in quattro set della Polonia contro la Cina le azzurre hanno chiuso al secondo posto la fase a gironi e affronteranno il prossimo 21 giugno nel quarto di finale della final eight gli Stati Uniti, già sonoramente battuti ieri sempre per tre set ad uno.

Velasco ha dato spazio alle cosiddette seconde linee che non hanno deluso malgrado la caratura dell'avversario. Grande protagonista è stata Ekaterina Antropova, che ha confermato di essere una più che affidabile vice Egonu con 17 punti (top scorer dell'incontro) e 2 muri stampati alle balcaniche. 

Tutto il gruppo guidato dal Maestro si è rivelato però fondamentale per questo prestigioso successo, giunto contro una delle sicure antagoniste per la conquista sia di una medaglia ai Giochi che alla stessa VNL. 

Il tabellino

ITALIA-SERBIA 3-1
(25-20; 20-25; 25-23; 25-22)
ITALIA: Lubian 7, Cambi 4, Degradi 17, Bonifacio 11, Antropova 17, Giovannini 10, De Gennaro (L), Fahr, Spirito (L). N.E.: Orro, Bosetti, Sylla, Egonu. All. Velasco. 
SERBIA: Perovic 2, Ivanovic 14, Cikuc 10, Bukilic 16, Cvetkovic 3, Malesevic 4, Bojana (L), Vidacic 5, Sucurovic 2, Mljevecic, Tica 4. N.E.: Osmajic, Medved (L), Mijatovic. All. Pakkan
Arbitri: Murananka Shin (JPN) e Macias Luis Gerardo (MEX)
Durata set: 20’, 23’, 24’, 23’.
Italia: a 6,  bs 15,  m 8, et 33.
Serbia: a 5,  bs 18,  m 7, et 35. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley femminile, l'Italia abbatte anche la Serbia. Antropova protagonista
FirenzeToday è in caricamento