rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Volley

Volley A1 femminile, scatto Bisonte a Cuneo: la zona playoff è ancora lì

Splendida affermazione in rimonta della squadra di Parisi, che non aveva mai violato il PalaCastagnaretta e inanella la quinta vittoria di fila. Herbots: "Bene le neoentrate, ci hanno dato l'energia necessaria"

Questo Bisonte ora è diventata squadra ostica per tutti. Merito sicuramente di Carlo Parisi, che è riuscito in breve tempo a dare un'impronta ad un gruppo che prima della sosta di fine anno sembrava smarrita, e di giocatrici che mai si piegano alle difficoltà. Morale della favola la squadra fiorentina ha vinto ieri sera in un palazzetto, quello di Cuneo, dove mai era riuscito a farlo nella sua storia e ha centrato in rimonta la quinta vittoria consecutiva, spuntandola al tie break dopo una dura battaglia (25-18, 22-25, 25-19, 20-25, 15-17). La zona playoff è ancora lì, a due lunghezze dal trio Bergamo, Casalmaggiore e Busto Arsizio, tutte a 28 punti. Si profila dunque una lotta aperta fino alle ultime giornate e sarà tutta da vivere e da seguire.

Decisivo il contributo di Britt Herbots, MVP con 21 punti di cui due a muro, così come quello di tutta la squadra, capace di imporsi sempre con il muro per ben 16 volte, 7 delle quali con Graziani. A spostare gli equilibri della sfida dunque è stato questo fondamentale, spesso e volentieri determinante. 

LA PARTITA - Parisi deve fare a meno di Adelusi e schiera il seguente sestetto: Malinov-Nwakalor, Van Gestel-Herbots, Sylves-Graziani e Panetoni libero.

Il match è difficile sin dall'inizio: Cecconello ed Hall, con due muri a testa, fanno subito la voce grossa (6-3). Dopo una reazione delle fiorentine (8-7) nuovo allungo delle biancorosse (11-7). Stesso copione attorno a metà set (da 14-13 con muri di Graziani e Nwakalor al 17-13 con Szakmary). Il set sfugge lentamente dalle mani delle bisontine, che devino subire nuovi break con Kuznetsova (20-15) e Gicquel (22-16). Chiude ancora Kuznetsova (83% in attacco per lei, sette volte a segno) con l'ace del 25-18.

Cuneo riparte alla grande anche nel secondo set, con Gicquel che realizza il 5-1. Time out Firenze, ma le cose non migliorano, dato che Signorile è ancora concreta e precisa (14-8). Parisi sospende ancora il gioco e questa volta gli effetti si manifestano, con lo 0-4 di parziale grazie al turno al servizio di Graziani (14-12). E' l'avvio di una rimonta incredibile che si concretizza con il muro di Sylves. Le piemontesi tuttavia riprendono vigore, aiutate da alcuni errori delle bisontine e dal muro di Signorile (20-16). Non è finita perchè due punti di Graziani ed il muro di Guiducci, subentrata a Malinov, rimettono di nuovo il parziale in parità (20-20). Qui di fatto è un'altra partita: Kuznetsova pesta la linea (22-23), Van Gestel e Nwakalor regalano il prezioso pareggio a Firenze (22-25). 

Cerca di sfruttare il momento favorevole Il Bisonte (2-4), Kuznetsova va al servizio e l'inerzia si ribalta subito (7-4). Questa volta la reazione non c'è e a nulla valgono i time out di Parisi. Sul 16-11 le gatte, guidate da un Bellano in cerca di rivalsa sportiva dopo l'esonero a metà stagione, mantengono costantemente il cambio palla e si portano a casa il terzo set piuttosto agevolmente 25-19.

Firenze, con le spalle al muro, è chiamata a reagire e tenta di farlo con Nwakalor (3-6). Fast di Sylves per il 5-9, Szakmary però è tutt'altro che arrendevole e trascina Cuneo alla rimonta con l'ace del 9-10, giunto con una buona dose di fortuna. Muro di Caruso per il 10-10, poi ace di Kuznetsova ed il sorpasso è servito (14-13). Graziani però ha la forza di riagganciare ancora l'avversario (17-17); muro e mani out di Herbos per il 17-19. E' la svolta, anche perchè Alhassan chiude un lungo scambio ed è 18-21. Malinov allunga ancora di prima intenzione (18-22), chiude ancora Herbots: 20-25 ed il tie break è servito.

Anche qui le emozioni e i colpi di scena si sprecano. Kuznetsova trova il lungolinea del 4-2, Herbots fa 7-7. Szakmary commette invasione e il cambio campo viene conquistato da Firenze (7-8). Si riparte ed Herbots trova il doppio vantaggio (7-9), prontamente annullato dalle padrone di casa (9-9). Nuovo sorpasso biancorosso con Gicquel (12-11), che non è però precisa al servizio. Altro errore in attacco, stavolta di Kuznetsova e siamo 12-13. Finale rovente: match point con Nwakalor, annullato da Hall (14-14). Inevitabili i vantaggi, risolti da Alhassan con primo tempo e con un muro. 15-17 e bisontine in estasi più che giustificata. 

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI - Così Britt Herbots al termine della battaglia del PalaCastagnaretta: "Sono stanca morta, è stata una partita tosta e combattuta fino alla fine: sapevamo che Cuneo gioca sempre bene in casa, ma per noi fare punti era la cosa più importante e sono fiera della squadra che non ha mai mollato nonostante il brutto primo set. Sono molto contenta perché le ragazze che sono entrate hanno dato l’energia che serviva: non è semplice entrare e fare bene, sono orgogliosa e dico brava a tutta la squadra. Abbiamo lavorato tanto e siamo abituate a soffrire, abbiamo avuto un inizio di stagione non semplice ma abbiamo reagito e oggi si è visto". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, scatto Bisonte a Cuneo: la zona playoff è ancora lì

FirenzeToday è in caricamento