rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Sport

Volley: Azzurra San Casciano e Savino Del Bene Scandicci sul trono d'Europa con la nazionale italiana

Elena Pietrini e Ofelia Malinov (Savino Del Bene) e Sylvia Chinelo Nwakalor (Azzurra San Casciano) protagoniste della vittoria azzurra sulla Serbia. Il padre di Elena, Alberto: "Orgoglioso di te"

Una notte memorabile. La nazionale italiana femminile di volley ha sconfitto in rimonta la Serbia (1-3) e conquistato il titolo europeo che in bacheca mancava da 12 anni. Protagonista indiscussa della cavalcata trionfale Elena Pietrini, classe 2000, attualmente in forza alla Savino Del Bene Scandicci così come Ofelia Malinov, palleggiatrice, 25 anni, anch'essa protagonista dell'impresa azzurra insieme all'opposto dell'Azzurra San Casciano Sylvia Chinelo Nwakalor.

Insieme alle altre compagne di squadra, la schiacciatrice figlia d'arte - il padre Alberto Pietrini ha giocato in A1 a Livorno con la Libertas - la palleggiatrice e l'opposto (che nel recente passato ha giocato nel Bisonte Firenze) hanno scritto una pagina di storia della pallavolo. Un successo davvero favoloso per il gruppo di Mazzanti, che ha dato vita ad una gara da favola. 

Screenshot 2021-09-05 at 01-49-16 Twitter Publish-2

Pietrini: avversarie stroncate in rimonta, la gioia del padre Alberto: "Orgoglioso di te"

Messa da parte la delusione olimpica, infatti, davanti al pubblico della Stark Arena di Belgrado Petrini e socie hanno dato dimostrazione di grande compattezza, rimontando lo svantaggio iniziale e stroncando le avversarie alla distanza (26-24, 22-25, 19-25, 11-25). Una gioia incontenibile che anche il padre di Elena, Alberto, ha condiviso sulla propria pagina Facebook: "Avrei potuto scrivere qualsiasi cosa, ma il cielo sopra Belgrado è sempre più azzurro. Orgoglioso di te e di tutte le ragazze terribili. Campioni europei".

pietrini_0-2

Pietrini: nel 2018 prime convocazioni, poi l'argento mondiale e ora l'oro europeo

Elena Pietrini è nata a Imola il 17 marzo del 2000. Dopo i primi passi nel Volley Livorno è entrata a far parte della squadra federale del Club Italia in A2, nel 2017. Nel 2018 le prime convocazioni in nazionale maggiore e l'argento al mondiale dello stesso anno in Giappone. In questo campionato d'Europa l'Italia dopo aver vinto il girone davanti a Croazia, Bielorussia, Ungheria, Slovacchia e Svizzera ha superato Belgio, Russia, Paesi Bassi e, in finale, la Serbia.

Le dichiarazioni 'a caldo' delle campionesse 'scandiccesi'

OFELIA MALINOV: “Non ci posso ancora credere. E’ una rivincita incredibile ci meritiamo questa vittoria, soprattutto perché è stata un’estate lunga. Ed è una vittoria di tutto il gruppo”.

ofelia_malinov-2

ELENA PIETRINI: “Vincere qui ci ha regalato una sensazione bellissima. Probabilmente in pochi se lo aspettavano, ma io credevo fortemente nella mia squadra perché siamo un bellissimo gruppo e possiamo ancora fare tanto. Vincere davanti a 20mila persone in casa loro dà una soddisfazione enorme. La cosa più bella che mi porto via da questo Europeo? Questo bellissimo gruppo che ci ha creduto fino in fondo”.

Chi è Ofelia Malinov

La carriera di Ofelia Malinov, bergamasca classe '96, figlia dell'allenatore bulgaro Atanas Malinov e della ex pallavolista Kamelia Arsenova, comincia nella stagione 2011-12, quando viene ingaggiata dal Bruel Bassano, in Serie B1, squadra a cui resta legata per oltre tre annate. A metà stagione 2014-15 viene ceduta alla squadra federale del Club Italia, in Serie A2: con la stessa squadra debutta in Serie A1 nella stagione 2015-16. Per il campionato 2016-17 passa all'Imoco di Conegliano, aggiudicandosi la Supercoppa italiana 2016 e la Coppa Italia 2016-17, prima di accasarsi al Bergamo nella stagione successiva. Dalla stagione successiva è alla Savino Del Bene, sempre in Serie A1. Con la nazionale Under-18 ha vinto la medaglia d'argento al campionato europeo di categoria 2013. Con la selezione italiana conquista la medaglia d'argento al World Grand Prix 2017, l'argento al campionato mondiale 2018 e la medaglia di bronzo al campionato europeo 2019. 

Chi è Sylvia Chinelo Nwakalor

Di origini nigeriane e sorella della pallavolista Linda Nwakalor, la carriera di Sylvia Nwakalor, nata a Lecco nel 1999, comincia nelle giovanili dell'Olginate. Nella stagione 2014-15 viene ingaggiata dal Volleyrò, in Serie B2: con lo stesso club gioca, a partire della stagione successiva in Serie B1; in questo periodo fa parte delle nazionali giovanili italiane.

Nwakalor-Firenze-2

Nell'annata 2017-18 entra a far parte della squadra federale del Club Italia, in Serie A2, ammesso, nell'annata 2018-19, in Serie A1; nel 2018 ottiene le prime convocazioni nella nazionale maggiore, vincendo, nello stesso anno, la medaglia d'argento al campionato mondiale e, nel 2019, quella d'argento alla XXX Universiade e di bronzo al campionato europeo. Nella stagione 2019-20 si accasa al San Casciano, in Serie A1. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley: Azzurra San Casciano e Savino Del Bene Scandicci sul trono d'Europa con la nazionale italiana

FirenzeToday è in caricamento