Fiorentina, Pioli: "L'assenza di Pezzella si sentirà. Chiesa pronto per fare il capitano"

Il tecnico dei viola ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla gara in casa della SPAL, in programma domenica alle 12:30

Stefano Pioli

A due giorni di distanza da SPAL-Fiorentina il tecnico viola Stefano Pioli ha introdotto il match con gli emiliani in conferenza stampa.

Primo argomento discusso è stato l'infortunio di Pezzella che potrebbe privare la Fiorentina del suo capitano per quasi due mesi: "Senza Pezzella perdiamo il leader della squadra. Lo so io, lo sanno i miei ragazzi. Sostituire uno come lui non è tanto un problema a livello tattico, ma a livello di presenza sul campo ci mancherà il giocatore che ci guida in questi momenti. Non è una trasferta facile, la SPAL non vince in casa da tanto ma non perdono nemmeno. Contro il Torino hanno fatto una partita maschia, fisica". 

Fascia da capitano a Chiesa

Pezzella è il capitano dei viola ma data la sua indisponibilità la fascia andrà sul braccio di Federico Chiesa, anche lui un trascinatore, nonostante la giovane età: "E' una situazione che lo farà crescere - afferma Pioli -. L'anno scorso non era pronto, quest'anno invece sta dimostrando di poterla gestire. La sta prendendo con responsabilità, attenzione ma anche con leggerezza. E' cresciuto tanto nella voglia di fare le cose con cura dei particolari. Darà il massimo per aiutare la squadra. Voci di mercato? La sua crescita è normale a quest'età. L'ho sempre visto concentrato e sereno, è maturo per reggere di fronte alle voci. Lui è concentrato per dare il massimo per la squadra fino alla fine". 

Per Ferrara out solo Pezzella e Mirallas

Pioli non ha voluto sbilanciarsi con indicazioni di chissà quale tipo sulla formazione: "Ho provato diverse situazioni in settimana. Sicuramente giocheremo con 3 giocatori offensivi, stanno tutti bene. Mi ha dato segnali importanti anche Pjaca. Non siamo rimasti in tantissimi ma è meglio, perché così siamo tutti motivati. E' importante non sbagliare le scelte iniziali ma anche le alternative giuste a gara in corso. Mirallas? Il suo recupero sta andando bene, quando si tratta di un infortunio muscolare però bisogna essere prudenti. Avrò tempo per valutare più avanti. Abbiamo recuperato Hugo e Laurini, a parte Pezzella e Mirallas stiamo tutti bene".

La SPAL e le palle alte

Domenica l'insidia sarà costituita dalla SPAL, una squadra che non vince in casa dal 17 settembre 2018 (2-0 all'Atalanta) ma che al tempo stesso al Mazza non perde dallo 0-3 in casa col Frosinone del 28 ottobre. "La SPAL è molto forte sulle palle alte a favore. Allo stesso tempo, però subisce qualcosa anche su quelle contro. Noi abbiamo giocatori con cui far bene su quelle situaizoni".  Nessuna rotazione prevista: "Con la SPAL non farò turnover, deve diventare una settimana importante. Testa alla Coppa Italia? Abbiamo smesso di parlarne la mattina dopo. Ci penseremo solo dopo la gara con l'Inter. La prossima settimana sarà dura con tre impegni. Ora il nostro obiettivo è far bene a Ferrara. Dopo aver battuto Roma e Torino, comunque, ci teniamo ad arrivare in fondo". 

Calendario rivedibile

Spazio anche per il disappunto di Pioli circa la calendarizzazione delle prossime gare: "Non sono contento del calendario. Ritengo dovesse esserci più equità tra noi e l’Atalanta. Ne parlo oggi e non ne parlo più. Va bene che siamo giovani e forti e recupereremo ugualmente le forze. Resto dell'idea che una Semifinale di Coppa Italia è una competizione importante. La Lega sta facendo tanto per ridare lustro alla competizione... Dovevano metterci nelle stesse condizioni dell’Atalanta. Giocare il sabato alle 15 non è come giocare domenica alle 20.30“. Infine sul suo futuro Pioli ha aggiunto: "Vorrei entrare nel cuore dei tifosi, so qual è il mio ruolo e che è legato ai risultati. Io dò il massimo, ho scelto bene a venire qui a Firenze, è un'esperienza che mi sta dando grande emozioni. Mi piacerebbe convincere tutti del mio operato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento