Sport

Fiorentina, Prandelli: "A Torino partita delicata. Saranno decisivi i duelli individuali"

L'allenatore dei gigliati ha introdotto la trasferta di domani contro i granata commentando anche l'arrivo di Kokorin e Malcuit: "Contento dei nuovi acquisti ma servirà tempo per la condizione fisica"

Alla vigilia di Torino-Fiorentina, match che aprirà la 21ª giornata di Serie A, il tecnico viola Cesare Prandelli ha parlato dell'immimente trasferta e degli ultimi arrivi dal calciomercato.

L'analisi del mister è iniziata proprio dalla gara con i piemontesi, recentemente passati dall'avvicendamento alla guida tecnica che ha visto Davide Nicola prendere il posto di Marco Giampaolo: "Per me è uno scontro per la salvezza. Quando c'è un cambio in panchina, ogni allenatore porta il proprio modo di vedere e di gestire il calcio. Il Torino è diventata una squadra molto concreta che cerca di far valere la sua fisicità. Servirà l'atteggiamento visto con il Crotone. Quando si difende in maniera ordinata, alla fine la qualità viene fuori. Con una mentalità da provinciale non perdi la qualità, assolutamente. Sarà una partita molto delicata. Il Torino è una squadra molto fisica che verticalizza e non ti fa ripartire. Dovremo curare i tempi di aggressione e di uscita, solo così possiamo metterli in difficoltà. Solitamente quando si affrontano squadre con moduli di gioco speculari (anche il Torino gioca col 3-5-2 ndr) i duelli individuali diventano molto importanti. Dovremo essere bravi a vincerli creando superiorità numerica. Naturalmente, quando si conquista la palla in certe zone del campo vorrei vedere una squadra spregiudicata. Ci sono dei rischi calcolati".

Il tecnico viola ha parlato delle sue aspettative in vista del girone di ritorno: "Non siamo ancora così lontani dalla zona calda della classifica quindi non mi fido. Voglio le prestazioni, se avremo continuità arriveranno anche i risultati e di conseguenza anche più sicurezza. La partita di domani sarà molto delicata, ripeto".

Prandelli ha commentato anche l'arrivo dei due nuovi acquisti Kokorin e Malcuit: "Si tratta di due giocatori che in questo momento non devono essere messi sotto pressione, entrambi avranno bisogno di qualche tempo ritrovare la condizione. Quando saranno a posto potranno darci una grande mano, sono ragazzi che hanno qualità e personalità. Sono contento del lavoro della società, sono due operazioni intelligenti frutto di programmazione".

Una battuta anche su Vlahovic, capocannoniere della Fiorentina che oggi compie 21 anni: "Sicuramente gli faremo trovare la candelina e lo festeggeremo. A lui chiedo continuità nei tempi giusti e nei movimenti da punta. Parliamo di un ragazzo che è ancora molto giovane ma mi auguro possa mantenere sempre questa motivazione rapportata alla finalizzazione".

Tra i temi affrontati, Prandelli ha risposto anche relativamente al suo futuro sulla panchina viola: "Ho sempre detto che io non sarà mai un problema per la Fiorentina. Il club ha mia disponibilità totale, sarà la società a fare le sue scelte".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, Prandelli: "A Torino partita delicata. Saranno decisivi i duelli individuali"

FirenzeToday è in caricamento