rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Paralimpiadi Tokio 2020, la toscana Ambra Sabatini sul tetto del mondo: oro e record mondiale nei 100 metri

Storica tripletta per il trio delle meraviglie: Martina Caironi è argento e Monica Contraffatto bronzo. Il premier Draghi: "Grande orgoglio, le aspetto a Palazzo Chigi"

Storica tripletta nei 100 metri di atletica alle Paralimpiadi di Tokyo che porta a 69 il conto delle medaglie azzurre.

La toscana Ambra Sabatini, originaria di Livorno e residente a Porto Ercole, nel Grossetano, vince l'oro nei 100 metri con 14”11, stabilendo anche il nuovo record del mondo. E dedica la vittoria "alla mia famiglia, al mio babbo e all'Italia".

E-cXczIVEAEacIx-2

L'argento è andato alla compagna di squadra Martina Caironi (14”46). Il bronzo all’altra azzurra, Monica Contraffatto (14”73). Quest'ultima ha dedicato la sua medaglia alle donne dell'Afghanistan, Paese dove, nel 2012, in un attacco militare ha perso la gamba.

Chi è Ambra Sabatini

Gareggia per il gruppo Fiamme Gialle. Toscana di Livorno, residente a Porto Ercole (Monte Argentario, Grosseto), nata il 19 gennaio 2002, diplomata all'istituto commerciale informatico tre mesi fa, Ambra è già una promessa del mezzofondo quando nel 2019, sulla strada degli allenamenti in scooter con il padre ex ufficiale di Marina, una macchina invade la sua corsia. 

Ambra si ritrova la gamba sinistra schiacciata tra le lamiere. La tengono in vita i pompieri di Orbetello che rientravano da un intervento e i medici dell'ospedale fiorentino di Careggi, dove viene trasportata d'urgenza. Ma la gamba va amputata sopra il ginocchio. La storia di Ambra Sabatini, la sua seconda vita, inizia qui.

141983411_10157870605127525_7046696747719602052_n-2

È ancora in ospedale quando, ricostruisce il magazine Marie Claire, inizia a informarsi sullo sport paralimpico, legge avidamente le biografie di campioni come Bebe Vio o Alex Zanardi e studia attentamente gli articoli sulle protesi adatte a correre. Prende contatto anche con la onlus Art4Sport, fondata dai genitori di Bebe Vio con l'obiettivo di facilitare l'accesso allo sport paralimpico, e ricomincia ad allenarsi.

Oggi come ieri, accanto a lei ci sono il fidanzato Alessandro Galatolo, mezzofondista con cui condivide il team di allenamento nella Atletica Grosseto, l'allenatore Jacopo Barachini e il tecnico che le cura la protesi, Gianluca Migliore. Il suo film preferito è 'Momenti di gloria'. "Correre - racconta Ambra a Marie Claire - è la mia valvola di sfogo ed è un modo per sentirmi abile come tutti: solo così so superare gli ostacoli e la disabilità e so essere me stessa".

Premier Mario Draghi: "Grande orgoglio"

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, si è congratulato con Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto per lo storico risultato nei 100 metri categoria T63 alle Paralimpiadi di Tokyo, che si aggiunge ai tanti successi azzurri che stanno caratterizzando questa edizione.

img-2-5

La dedizione, la professionalità e il talento dimostrato dagli atleti paralimpici italiani è fonte di grande orgoglio e ispirazione per tutto il Paese. Il Presidente del Consiglio riceverà a Palazzo Chigi le tre atlete, insieme a tutti gli altri vincitori, al loro ritorno da Tokyo.

Fico (Pres. Camera): "Straordinaria impresa"

"Ancora straordinarie imprese degli azzurri alle #Paralimpiadi di #Tokyo2020. Dopo i successi nel nuoto uno splendido tris nei 100 metri femminili di atletica. Siamo orgogliosi di voi!". Così su twitter il presidente della camera Roberto Fico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paralimpiadi Tokio 2020, la toscana Ambra Sabatini sul tetto del mondo: oro e record mondiale nei 100 metri

FirenzeToday è in caricamento