Mondiali di atletica 2019: in gara anche due atleti bagnesi

Leonardo Fabbri e Claudio Stecchi, entrambi originari di Bagno a Ripoli, sono parte della spedizione azzurra a Doha. L'astista questa sera si gioca la finale

Claudio Stecchi (foto © ANSA)

Il 27 settembre scorso, a Doha in Qatar, sono iniziati i Campionati del mondo di atletica leggera 2019. Alla 17ª edizione della rassegna iridata, che andrà avanti fino al 6 ottobre 2019, tra gli azzurri in gara partecipano anche due atleti fiorentini. Si tratta del pesista classe 1997 Leonardo Fabbri e dell'astista Claudio Stecchi, classe 1991. Entrambi gli atleti sono originari di Bagno a Ripoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare Stecchi, ha staccato il pass per la finale di salto con l’asta con una grande prestazione superando in semifinale la quota richiesta di 5.75. Questa sera, nell'atto conclusivo del salto in alto fissato alle 19:05 l'atleta azzurro proverà a insidiare i favoriti Kendricks, Lisek e Duplantis. Sarà possibile seguire la finale in diretta tv su RaiSport o in streaming sul portale RaiPlay.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento