menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter-Fiorentina 4-3: viola due volte in vantaggio ma alla fine vincono i nerazzurri

Toscani avanti dopo 3' con Kouamé, l'Inter fa 1-1 nel finale di tempo. Nella ripresa nerazzurri avanti su autorete, pari di Castrovilli e vantaggio di Chiesa. Lukaku e D'Ambrosio la ribaltano negli ultimi 5'

La Fiorentina accarezza l'impresa a San Siro ma alla fine torna a casa con zero punti. I viola sono stati battuti 4-3 dall'Inter nell'anticipo serale del 2° turno di Serie A.

Dopo essere passati in vantaggio nelle primissime fasi del match con Kouamé, i nerazzurri hanno pareggiato poco prima del rientro negli spogliatoi con Lautaro. In apertura di ripresa l'autorete di Ceccherini sembrava aver messo in discesa la partita per la squadra di Conte, ma trascinati da uno straripante Ribéry i viola sono riusciti a ribaltare momentaneamente il punteggio con i gol di Castrovilli e Chiesa. Le reti dei due gioielli viola, tuttavia, sono state illusorie poiché nel finale la squadra di casa è riuscita prima a pareggiare con Lukaku e poi a trovare il gol da tre punti con D'Ambrosio.

Amaro in bocca per i ragazzi di Iachini che hanno pagato caro alcune ingenuità difensive e anche un'occasione sciupata da Vlahovic, subentrato nel finale, che poteva chiudere definitivamente il match prima degli ultimi due gol nerazzurri. La Fiorentina tornerà in campo il 2 ottobre nell'anticipo della terza giornata, in casa con la Sampdoria.

Inter-Fiorentina, la cronaca

Dopo soli tre minuti i viola passano: cross di Biraghi in area di rigore, Kolarov viene scavalcato, disturbato regolarmente da Bonaventura e Kouamé, l'ex Milan s'impossessa della sfera e serve l'ivoriano che a porta vuota manda in vantaggio i suoi. Prova a replicare l'Inter all'11': dopo un'azione manovrata Perisic colpisce di testa ma spedisce alto sopra la traversa da buona posizione. Verso il quarto d'ora Brozovic fallisce una buonissima opportunità, due minuti più tardi pericoloso Kouamé azionato da Ribéry, decisivo l'intervento di Handanovic. Al 18' Calvarese fischia un calcio di rigore a favore dell'Inter per un sospetto tocco di Caceres su Lautaro in area viola, l'uruguagio protesta e viene ammonito ma dopo aver consultato il VAR, il fischietto di Teramo torna sui suoi passi e revoca il penalty poiché l'intervento era sul pallone. La Fiorentina va vicina al raddoppio con un colpo di testa di Milenkovic su assist di Kouamé, pallone fuori. Squadre molto lunghe, occasioni da entrambe le parti, viola pericolosi quasi tutte le volte che ripartono ripartono. Nel finale di tempo, dopo un break offensivo non sfruttato dai viola, Barella serve Lautaro che con un destro dal limite potente e preciso fulmina Dragowski pochi istanti prima di tornare negli spogliatoio.

Nessun cambio all'inizio della ripresa e dopo circa sette minuti subito uno scossone con l'Inter che va in vantaggio in maniera un po' fortuita. Tutto nasce da un errato disimpegno di Amrabat, la palla sbatte su Milenkovic, Lautaro Martinez s'impossessa della sfera, il tocco dell'argentino sbatte su Ceccherini che beffa il suo stesso portiere. I viola però non si demoralizzano e appena cinque minuti più tardi pareggiano con Castrovilli, abile a inserirsi al limite dell'area sul suggerimento di Ribéry e a freddare Handanovic per il 2-2. Il francese sale in cattedra al 63' e inventa un passaggio da favola per Chiesa che lanciato in campo aperto beffa Handanovic con un colpo sotto, nuovo vantaggio viola! Dopo la rete, il 25 viola viene sostituito da Lirola. Spreca una grossa occasione al 69' Lukaku: troppo aperto il suo sinistro. Pericoloso anche Lautaro, poi ancora Lukaku a cui Dragowski nega la gioia del gol. All'80' Ribéry inventa un altro passaggio illuminante, stavolta per Vlahovic ma il serbo si divora il gol del 2-4! Ed è un'ingenuità che costa cara perché dopo pochi minuti l'Inter segna il gol del 3-3 con Lukaku. La beffa però non è ancora completa perché D'Ambrosio all'89' trova il gol del 4-3 con un colpo di testa sul perfetto assist di Sanchez. Beffati, i viola tornano a casa a mani vuote.

Il tabellino di Inter-Fiorentina 4-3

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D'ambrosio, Bastoni, Kolarov; Young (65' Hakimi), Barella (75' Nainggolan), Brozovic (74' Vidal), Perisic (78' Sanchez); Eriksen (65' Young); Lukaku, Lautaro. A disp.: Radu, Gagliardini, Ranocchia, Dalbert, Pirola, Skriniar, Pinamonti. All. Conte

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Ceccherini, Milenkovic, Caceres; Chiesa (68' Lirola), Bonaventura (61' Borja Valero), Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery (86' Cutrone), Kouamé (61' Vlahovic). A disp.: Terracciano, Duncan, Saponara, Pezzella, Venuti, Montiel, Dalle Mura, Igor. All. Iachini

Arbitro: Calvarese di Teramo
Marcatori: 3' Kouamé (F), 52' aut. Ceccherini, 57' Castrovilli (F), 63' Chiesa (F), 87' Lukaku (I), 89' D'Ambrosio (I)
Note - ammoniti Barella (I), Ceccherini (F)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Cronaca

    Gioberti: mega party, in 67 dentro casa

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento