Sport

Fiorentina, Iachini: "A Lecce successo meritato. Nel Toro attenzione al mio 'figlioccio' Belotti"

Il tecnico della squadra gigliata ha parlato alla vigilia della sfida casalinga contro i granata

Dopo aver effettuato un passo importante verso il raggiungimento della salvezza vincendo 3-1 sul campo del Lecce , la Fiorentina si prepara tornare in campo domenica sera alle 19:30 in casa contro il Torino.

Nelle dichiarazioni della vigilia, rilasciate al canale ufficiale della società tecnico dei gigliati Beppe Iachini, è partito proprio dalla vittoria ottenuta in trasferta sul campo dei salentini: "È stato indubbiamente un risultato importante, i ragazzi lo meritavano. Avevamo offerto ottime prestazioni dopo la ripresa senza però concretizzare a dovere, nonostante le tante conclusioni in porta, con pali e occasioni sprecate. Siamo andati a Lecce a fare una grande partita, i ragazzi sono stati davvero bravi. Ora bisogna continuare su questa strada, una partita per volta, cercando di raccogliere e gestire le forze, provando a portare a casa più punti possibili da qui a fine campionato".

Al Via del Mare ha colpito l'atteggiamento dei viola: "Avevo chiesto ai ragazzi una mentalità giusta, di andare a prendere in avanti la squadra avversaria. Partire forte ed provare a incidere, a determinare il gioco. Lo abbiamo fatto anche altre volte, ma con alterne fortune e spesso si finisce per vedere il bicchiere mezzo vuoto. Senza sbloccare il risultato, la partita si poteva mettere diversamente sul piano tattico anche in altre occasioni. Per una squadra così giovane lavorare sull’entusiasmo, essere in vantaggio aiuta. Abbiamo giocato bene, con verticalizzazioni, possesso palla ed abbiamo sbloccato subito il match".

Riacquisita fiducia sotto porta ora alla Fiorentina non resta che ritrovare anche il successo in casa che manca ormai da diverso tempo: "Non credo che la squadra renda meglio in trasferta, è solo una questione di episodi. Anche in casa, parlo da quando ci sono io, abbiamo avuto tante volte l’opportunità di vincere le partite. Ci sono sempre state delle situazioni un po’ particolari, in questo finale, poi, ci stanno mancando particolarmente i nostri tifosi, il nostro dodicesimo uomo in campo. Siamo giovani, averli al nostro fianco sarebbe stato un fattore ma non cerco alibi. In casa o fuori la mentalità deve essere la stessa, dobbiamo andare a caccia di punti".

Di fronte in questo turno di sarà  il Torino, squadra costruita per altri obiettivi, inaspettatamente in lotta per non retrocedere: "I granata sono un'ottima squadra, non a caso erano partiti disputando i preliminari di Europa League. Hanno un gruppo che si conosce bene composto da buoni elementi. In attacco c'è Belotti, che è un mio “figlioccio” calcistico, lo feci esordire quando eravamo al Palermo. Bisognerà stare attenti perché è un ottimo attaccante e oltre a lui ci sono anche altri giocatori importanti in fase offensiva. Longo ha una squadra solida in mezzo al campo e in difesa. Ci vorrà una partita di spessore dei ragazzi per ottenere un risultato positivo".

Infine Iachini ha parlato delle condizioni fisiche della squadra e di come ha recuperato dopo la sfida di Lecce: verificheremo le condizioni dei ragazzi in questi ultimi allenamenti. Giocando ogni tre giorni è necessario monitorare acciacchi e fatica. Tra stasera e domani vedremo come stanno alcuni dei nostri calciatori. Soprattutto in questo momento, non importa chi parte titolare, ma anche chi subentra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, Iachini: "A Lecce successo meritato. Nel Toro attenzione al mio 'figlioccio' Belotti"

FirenzeToday è in caricamento