Fiorentina, Iachini: “Partite in casa da sfruttare al massimo. Il Genoa non vale l'ultimo posto"

Il tecnico dei viola ha parlato alla vigilia della sfida casalinga contro i liguri facendo il punto sulle condizioni della squadra e parlando di come sono cambiate le cose dal suo arrivo

Reduce dalla grande impresa di Napoli, la Fiorentina è attesa da un nuovo impegno in campionato contro il Genoa. La sfida con i liguri, in programma al Franchi sabato pomeriggio alle 18:00, è stata introdotta in conferenza stampa dal tecnico viola Beppe Iachini.

Il mister ha esordito parlando di come è cambiata la squadra dal suo arrivo: “Io ripongo molta fiducia nel lavoro sul campo. Bisogna lavorare sull’organizzazione del gioco, partendo dalla fase di non possesso. Chiedo un calcio verticale ma anche di possesso all’occorrenza. È necessario avere più soluzioni in attacco. Ho lavorato anche sulla mentalità e la squadra ha risposto subito bene. Non mi piace il calcio d’attesa, preferisco un gioco dinamico e intenso. Al mio arrivo c’erano sfiducia e preoccupazione per il solo punto raccolto in sei partite. Abbiamo ribaltato questa situazione in poco tempo. Ora lavoriamo sulle ali dell’entusiasmo ma con le orecchie basse, perché ancora non abbiamo fatto niente”.

I volti del momento in casa viola sono quelli di Chiesa, Vlahovic e Cutrone: “Le mie squadre hanno sempre segnato tanto. Tendo a valorizzare tutti i giocatori, anche quelli d’attacco. Mi vengono in mente Icardi e Franco Vazquez. Mi piace il calcio propositivo, di qualità, ma che allo stesso tempo non stravolga l’equilibrio. Il tridente? Può essere una variante tattica, a Palermo ad esempio lo proposi con Belotti-Dybala-Vazquez”.

Sulla partita contro il Genoa: “Se sbagliamo l’approccio mi arrabbio, ma se ho imparato a conoscere i miei ragazzi non sottovaluteranno la gara. La partita è difficile e al tempo stesso importante. Non è una squadra da ultimo posto in classifica: hanno ottimi giocatori in organico: ci vorranno attenzione e grande rispetto, ma quando giochiamo in casa non deve esserci trippa per gatti”.

Mercoledì sera la Fiorentina farà visita all’Inter a San Siro per la sfida dei quarti di finale di Coppa Italia ma Iachini non vuole sentirne parlare: “Pensiamo solo a questa gara, non all’Inter. Sceglierò la squadra migliore. Chi sostituirà Dalbert? Sto valutando. Maxi Olivera, arrivato da poco, Terzic  che è un giocatore di gamba, e Venuti, un ragazzo che conosciamo”.

Iachini ha parlato anche della vicinanza del presidente Commisso. “È un qualcosa che ci fa sicuramente molto piacere. Gli ho detto che col lavoro avremmo risolto tutto e che saremmo stati capaci di renderlo felice. Quando viene a farci visita al campo siamo tutti molto contenti. E quando non c’è s’informa sempre telefonicamente”.+

Al tecnico è stato chiesto anche quanto conti il coinvolgimento personale nell’allenare la Fiorentina: “Sotto il piano umano mi sono trovato bene in tanti posti, ma è chiaro che nella vita ci siano dei posti che ti restano nel cuore in maniera particolare. Firenze è uno di questi, qua sono stato stimato, mi hanno voluto bene. Farò di tutto per ripagare sul campo l’amore che ho ricevuto dai tifosi. Da allenatore devo restare lucido, ma le vittorie qua a Firenze conteranno sempre qualcosa in più”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento