rotate-mobile
Sport

Iachini dice la sua su Commisso alla vigilia di Fiorentina-Napoli

Il tecnico viola parla alla vigilia dell'ultima partita in casa

All'indomani dell'esplosiva conferenza di Rocco Commisso, in cui il patron si è scagliato contro gran parte della stampa locale, si avvicina il momento del ritorno in campo per la Fiorentina attesa dall'ultima gara interna della stagione, domenica alle 12:30 contro il Napoli.

La sfida con i partenopei è stata introdotta in conferenza stampa dal tecnico viola Giuseppe Iachini, il quale è partito proprio dallo sfogo del presidente e dalle belle parole che ha avuto nei suoi confronti. "Per come sono fatto io - ha detto il mister - le parole del presidente si ascoltano e non si commentano. Le parole su di me non possono che farmi piacere. Da esse si capiscono le difficoltà che abbiamo affrontato. Quello che ha detto il presidente non è cosa da tutti i giorni, lo ringrazio e continuo a dare una mano alla mia Fiorentina. La situazione era rischiosa, ma non me la sono sentita di lasciarla da sola".

La salvezza di quest'anno è stata più complicata rispetto a quella della scorsa stagione: "Ne ho vissute diverse in carriera ma questa è stata molto difficile. Ci mancava una continuità di lavoro e il calendario era tosto per una squadra e un ambiente molto impaurito. Non c'era tempo da perdere, ci siamo messi sotto e abbiamo lavorato. Il dovere di condottiero è di non abbassare mai la testa e tener concentrati tutti. I risultati vanno conquistati sul campo, nonostante le paure. Guardiamo avanti con fiducia".

Finita la stagione, nonostante due salvezze conquistate, Iachini lascerà la Fiorentina sebbene le quotazioni per la sua conferma fossero date in rialzo: "Dopo la vittoria con la Lazio il presidente mi ha parlato, facendomi intuire che c'erano possibilità, ma io ho detto che era giusto fare ognuno il proprio percorso. Non è per mancanza di motivazioni, credo sia giusto che la Fiorentina faccia il suo percorso. La Fiorentina è la mia seconda casa, al pari di quando giocavo con l'Ascoli. A essa mi lega una sensazione viscerale. Annate come quelle che abbiamo vissuto negli ultimi tempi sono davvero assurde, e aver portato a casa certi risultati mi fa riflettere: voglio che Beppe sia sempre Beppe per i fiorentini e Firenze".

Il Napoli, in piena lotta Champions, sarà un cliente scomodo da affrontare (all'andata finì 6-0): "Gattuso sta facendo benissimo, tra noi c'è un bel rapporto. Ha una squadra che nelle scorse stagioni ha lottato per il vertice, ogni partita fanno 4-5 gol. Ci prepareremo al meglio pur avendo un giorno in meno di recupero. Siamo abituati alle cose complicate. Loro hanno ottimi giocatori e sono organizzati, ma noi abbiamo le carte in regola per giocarcela ed onorare il campionato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iachini dice la sua su Commisso alla vigilia di Fiorentina-Napoli

FirenzeToday è in caricamento