Sport

Fiorentina, per Vlahovic è asta tra Atletico Madrid e Tottenham. Tre nomi per il post

Il talento serbo del 2000 corteggiato dalle big d'Europa. Il rinnovo coi viola è in stand-by per il nodo clausola, Colchoneros e Spurs tentano l'assalto a suon di rilanci e ricchi ingaggi. Se va via Vlahovic occhi su Scamacca, Belotti e Kean

Dusan Vlahovic rischia di diventare l'ennesimo tormentone di mercato della Fiorentina. L'attaccante serbo in forza ai viola è letteralmente esploso nella scorsa stagione segnando 21 reti in Serie A. Una cifra impressionante per un classe 2000 che ha fatto schizzare il suo valore di mercato ma che ha anche inevitabilmente attratto l'interesse di alcune delle più grandi squadre d'Europa.

Fino a pochi giorni fa sembrava che il club gigliato fosse a buon punto sul fronte del rinnovo del contratto in scadenza nel 2023 con un notevole adeguamento dello stipendio, tuttavia, la negoziazione tra le parti sembra essersi arenato a causa del disaccordo sulla cifra della clausola rescissoria che permetterebbe a Vlahovic di liberarsi la prossima estate.

Ecco allora che sul gioiello viola, che ha bagnato il debutto ufficiale nella nuova stagione con una doppietta in Coppa Italia contro il Cosenza, piombano le big. I giornali di questa mattina parlano di un'offerta dell'Atletico Madrid di 70 milioni di euro con un ricco bonus alla firma per il calciatore che sarebbe stata presa in considerazione dalla Fiorentina. Sul ragazzo, però, non ci sono solo i Colchoneros ma anche gli inglesi del Tottenham che potrebbero presto trovarsi a dover rimpiazzare Harry Kane, obiettivo del Manchester City: la cessione del centravanti degli Spurs potrebbe garantire sufficiente liquidità al ds Fabio Paratici per arrivare a Vlahovic. Sullo sfondo resta anche l'Inter, che non ha escluso il 9 della Fiorentina dalla rosa dei candidati per colmare il vuoto lasciata da Lukaku, approdato al Chelsea.

Ora che Rocco Commisso è tornato in Italia (è atterrato a Roma e poi si è recato in visita in Calabria, nella natìa Marina di Gioiosa Jonica dove giovedì riceverà le chiavi della città), l'affaire Vlahovic andrà verso la risoluzione in senso o nell'altro: l'intervento del magnate italo-americano potrebbe essere fondamentale per trattenere l'attaccante ma se così non fosse dovrà essere trovata una soluzione vantaggiosa e in fretta.

Sì, perché in caso di cessione di Vlahovic, a Pradè, Burdisso e Barone, resterebbe poco tempo per consegnare a Vincenzo Italiano un sostituto all'altezza. Con la deadline del 31 agosto sullo sfondo, il nome più caldo è quello di Gianluca Scamacca, centravanti del Sassuolo messosi in luce con la maglia del Genoa nello scorso campionato. Altri nomi che piacciono sono quello di Andrea Belotti del Torino e di Moise Kean dell'Everton, anche se per quest'ultimo spaventano le cifre dell'ingaggio.

Un attaccante la Fiorentina dovrà prenderlo a prescindere dalla partenza di Vlahovic, visto che nelle ultime ora ha preso corpo la trattativa per il prestito oneroso di Chris Kouamé all'Anderlecht (il club belga pagherà mezzo milione di euro). Ancora nessuna novità sul fronte Lirola-Marsiglia: l'esterno spagnolo vuole tornare in Ligue 1 ma i francesi temporeggiano e cercano di tirare sul prezzo.

Ferma anche la cessione di Milenkovic al West Ham (indiscrezioni parlano addirittura di spiragli per il rinnovo) e di conseguenza congelato anche l'arrivo di Nastasic. Per il settore giovanile sembra vicino l'ingaggio di Giovanni Mercurio dal Bari: il trequartista classe 2003 dovrebbe arrivare in viola in prestito con diritto di riscatto fissato a 800mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, per Vlahovic è asta tra Atletico Madrid e Tottenham. Tre nomi per il post

FirenzeToday è in caricamento