Pioli motiva le sue dimissioni: "Messa in dubbio la mia professionalità, costretto a lasciare"

L'ormai ex allenatore della Fiorentina con un comunicato di poche parole ha confermato che la sua rinuncia all'incarico è arrivata in risposta alle dure parole della società

Dopo una mattinata di silenzio, sono arrivate nel primo pomeriggio le dichiarazioni di Stefano Pioli che in un comunicato affidato all'ANSA ha così motivato le sue dimissioni:

"Mi sono sempre assunto le mie responsabilità, ho sempre garantito nel mio lavoro professionalità, rispetto e massimo impegno: a malincuore oggi mi vedo costretto a dover lasciare, dimettendomi, poiché sono state messe in discussione le mie capacità professionali e soprattutto umane".

L'ormai ex allenatore viola ha dunque confermato che la sua rinuncia all'incarico è arrivata in risposta alle dure parole utilizzate dalla società nel post sconfitta contro il Frosinone. Per la successione in panchina sembra essere favorito il tecnico della primavera viola Emiliano Bigica ma ancora non vi sono conferme in tal senso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento