Sport

Fiorentina-Parma 3-3: viola salvi grazie a un'autorete nei minuti di recupero

Partita rocambolesca al Franchi: Fiorentina due volte in vantaggio (con Martinez Quarta e Milenkovic) e raggiunta due volte (Kucka e Kurtic) dagli ospiti che nel finale la ribaltano con Mihahila ma poi viene raggiunto dall'autorete di Iacoponi

© ANSA

Pareggio senza esclusione di colpi tra Fiorentina e Parma nello scontro salvezza del Franchi finito col punteggio di 3-3. Un risultato frutto di una gara rocambolesca che a dire la verità serve poco ad entrambe le squadre, bisognose di punti per la salvezza.

La squadra di Prandelli è riuscita ad evitare l'ennesima beffa nel finale pur essendo stata in vantaggio per due volte: sbloccato il match al 28' con Martinez Quarta la formazione viola è stata raggiunta per la prima volta da un rigore di Kucka appena 3 minuti più tardi. Nel finale di primo tempo, Milenkovic ha riportato avanti i gigliati ma nella ripresa Kurtic ha portato i suoi sul 2-2. Il finale, poi, è stato incandescente: dopo una traversa colpita da Pulgar all'89', la Fiorentina ha incassato il gol del 2-3 firmato da Mihaila. Fortunatamente per Prandelli, durante i 5' di recupero, una sfortunata deviazione di Iacoponi ha fissato il risultato sul definitivo 3-3.

Un punto che cambia poco per la classifica, che vede i viola sempre al quattordicesimo posto con 26 punti. L'unica notizia incoraggiante arriva dalla sconfitta del Torino. Ora il margine sulla zona retrocessione è di 6 punti e nel prossimo turno i toscani saranno di fronte a un altro scontro salvezza, questa volta in casa del Benevento, sabato 13 marzo alle 18:00.

Fiorentina-Parma, la cronaca

Confermate le anticipazioni della vigilia per quanto riguarda la formazione viola. Nel Parma l'unica novità è l'ex Laurini a destra. Dopo una prima fase di gioco abbastanza equilibrata la Fiorentina passa al 28' di gioco con un colpo di testa di Lucas Martinez Quarta sugli sviluppi di un corner che non lascia scampo a Sepe. Il vantaggio dei viola, ad ogni modo, dura poco perché al 31' il Parma pareggia su calcio di rigore assegnato per un fallo di mano di Pulgar e trasformato da Kucka. La rete del momentaneo pareggio sembra dare slancio ai ducali che vanno vicini al gol del sorpasso con un'iniziativa di Gervinho neutralizzata da Dragowski. Altra occasione al 41' con un colpo di testa di Bani sugli sviluppi di un angolo, pallone fuori. Un minuto più tardi, però, la Fiorentina si riporta in vantaggio, ancora una volta su azione nata da palla inattiva: Pulgar mette in mezzo il pallone, Pezzella fa la sponda e Milenkovic gira in rete da pochi passi. Il primo tempo si conclude con i padroni di casa avanti 2-1.

Subito un cambio per gli ospiti durante l'intervallo: Mihaila prende il posto di Hernani. Parma decisamente più intraprendente nella ripresa: al 59' ci prova Karamoh, Dragowski para in due tempi. Scavallata l'ora di gioco, doppio cambio per D'Aversa che manda in campo Brunetta e Man per Gervinho e Karamoh, qualche minuto più tardi nella Fiorentina Bonaventura prende il posto di Amrabat. La contromossa di Prandelli però non sortisce effetti, anzi il Parma trova il gol del pareggio in maniera abbastanza fortunosa: cross di Mihaila dalla destra, Malcuit viene anticipato da Kurtic, che va a segno con un colpo sporco. Incassato il gol del 2-2, Prandelli manda in campo anche Callejón al posto di Borja Valero. All'87' rischia tantissimo la Fiorentina: Pezzella arriva sul fondo, crossa e trova la testa di Man che da pochi passi spedisce fuori andando a un soffio dalla rete del vantaggio. Nel finale di gara D'Aversa prova addirittura a vincerla mandando in campo Inglese per Kucka e passando a uno spregiudicato 4-2-4. All'89' sfortunati i viola che colpiscono una traversa ancora con Martinez Quarta, liberato al tiro da una bella azione di Eysseric. La beffa, però, è dietro l'angolo perché sul contropiede passa il Parma grazie a Man, bravo a capitalizzare il suggerimento di Inglese. La squadra di Prandelli sembra spacciata ma durante i 5' di recupero concessi da Abisso riesce ad evitare la sconfitta grazie a un'autorete di Iacoponi propiziata da un traversone basso del capitano German Pezzella. 

Fiorentina-Parma 3-3: il tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic , Pezzella, Martinez Quarta; Malcuit, Amrabat (69' Bonaventura), Pulgar, Borja Valero (76' Callejón), Biraghi; Eysseric, Vlahovic. A disp.: Terracciano, Rosati, Bianco, Olivera, Caceres, Venuti, Barreca, Montiel, Munteanu. All. Prandelli

PARMA (4-3-3): Sepe; Laurini, Bani (80' Gagliolo), Iacoponi, Pezzella; Kurtic, Brugman, Hernani (46' Mihaila); Kucka (88' Inglese), Karamoh (63' Brunetta), Gervinho (63' Man). A disp.: Colombi, Grassi, Pellé, Cyprien, Alves, Osorio, Busi. All. D’Aversa

Arbitro: Abisso di Palermo
Assistenti: Tegoni – Fiorito
IV: Serra
VAR: Pairetto
AVAR: Passeri

Marcatori: 28' Martinez Quarta (F), rig. 32' Kucka (P), 42' Milenkovic (F), 72' Kurtic (P), 90' Mihaila (P)

Note - ammoniti Kucka, Pezzella, Bani (P). Espulso D'Aversa (P) Recupero: 1' p.t., 5' s.t. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina-Parma 3-3: viola salvi grazie a un'autorete nei minuti di recupero

FirenzeToday è in caricamento