Fiorentina-Juve, cresce l'attesa: verso il tutto esaurito

Nonostante la crisi di gol Franchi strapieno. Pioli tenta il recupero di Pezzella e l'ex Pjaca

Si va verso il possibile record stagionale: a Firenze cresce l'attesa per Fiorentina-Juventus, da sempre la vera sfida dell'anno per i tifosi viola. Sono quasi 40 mila i biglietti staccati per la gara e si va verso il tutto esaurito all'Artemio Franchi per la gara che si disputerà domani, sabato 1° dicembre, alle ore 18.

E' la prima di Cristiano Ronaldo a Firenze con la maglia bianconera: il più volte pallone d'oro incute timore ai gigliati, che puntano tutto sulla "garra" da mettere in campo per stoppare la squadra più forte del campionato che quest'anno può contare anche su un campione in più. Quella "garra", punto forte del "Cholito" Simeone in crisi di gol (come tutta la squadra) e che sogna di sbloccarsi proprio contro l'avversario di sempre.

Nelle prossime ore è atteso a Firenze anche Andrea Della Valle, di ritorno da un viaggio di lavoro in Oriente: il presidente onorario sarà con la squadra nelle ore precedenti alla partita, che guarderà dalla tribuna.

Le misure d'ordine saranno rafforzate per evitare scontri fra le due tifoserie rivali.

Oltre a German Pezzella, reduce da un infortunio muscolare in nazionale argentina, è tornato a lavorare in gruppo anche l'ex (di proprietà bianconera in prestito alla Fiorentina) Marko Pjaca, che aveva saltato la trasferta a Bologna per una lombalgia. Pioli conta di recuperare entrambi. A dirigere la gara sarà Daniele Orsato della sezione di Schio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Scandalo parcheggi abusivi, raffica di arresti. In manette anche il capo dei controllori Sas

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • I mercatini di gennaio a Firenze

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

  • Forza le ganasce e le lascia in mezzo alla piazza: "Non avevo i soldi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento