menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nikola Milenkovic esulta (© ANSA)

Nikola Milenkovic esulta (© ANSA)

Fiorentina-Genoa 1-1: finale infuocato, Milenkovic risponde all'ex Pjaca ed evita il k.o.

La squadra di Prandelli fa la partita ma senza riuscire a graffiare e nel finale va sotto con il gol dell'ex, Milenkovic però pareggia in pieno recupero ed evita la terza sconfitta di fila

Finale rocambolesco nel posticipo della 10ª giornata di Serie A tra Fiorentina e Genoa, terminato col punteggio di 1-1. Quando il match del Franchi sembrava avviarsi sui binari dello 0-0, l'ex viola Pjaca ha portato in vantaggio gli ospiti facendo materializzare lo spettro della terza sconfitta di fila per Prandelli e i suoi. Fortunatamente durante il lunghissimo recupero i gigliati sono riusciti a trovare il gol del pari con Milenkovic.

Il gol del serbo è stato una vera e propria boccata d'ossigeno per la Fiorentina, in controllo del match per larghi tratti e passata persino in vantaggio con Bonaventura a metà ripresa, salvo vedersi annullare il gol dopo la chiamata del VAR per un presunto fallo del fantasista all'inizio dell'azione. Il pari, specialmente per come è arrivato fa bene al morale ma la classifica resta delicata: i toscani occupano il diciassettesimo posto a quota 9 con appena un punto di vantaggio sulla zona retrocessione.

Interrotto con fatica il digiuno dal gol che durava da quattro partite ed evitato il k.o. in uno scontro salvezza che poteva rivelarsi pesante, i viola devono assolutamente cercare di ripartire da quanto fatto nella ripresa ma la strada per la tranquillità sembra ancora lunga e in salita. E tra una settimana, a a Bergamo contro l'Atalanta, ci vorrà ben altra prestazione.

Fiorentina-Genoa, la cronaca

Prima occasione dell'incontro dopo 2' di gioco: Pulgar su punizione impegna Marchetti, bravo il portiere genoano a deviare in corner. Al 17' grande occasione per gli ospiti: Goldaniga lancia Scamacca in profondità, l'attaccante controlla in area di rigore e col tacco serve l'accorrente Sturaro, determinante l'intervento di Dragowski. Dopo una fase contraddistinta da un ritmo tutt'altro che frenetico, la Fiorentina riesce a rendersi pericolosa passata da poco la mezzora: Vlahovic lavora un bel pallone per Castrovilli, il 10 riesce a servire Ribéry per il tiro a volo ma la conclusione del francese termina alta. Immediata replica dei liguri con un cross insidioso di Goldaniga per la testa di Scamacca che non ci arriva d'un soffio. Nel finale di tempo entrambe le squadre perdono un giocatore per infortunio: nel Genoa fuori Zapata per Ghiglione, mentre nella Fiorentina ci sono problemi per Castrovilli, toccato duro da un avversario e sostituito da Bonaventura. Prima di rientrare negli spogliatoi c'è da segnalare un tentativo di testa di Vlahovic che si perde sul fondo di poco. Si va al riposo a reti bianche. 

Nessun cambio alla ripresa del gioco. Grande occasione per i viola al 51': Callejón lascia partire un bel cross in area dalla trequarti destra di campo, Bonaventura colpisce di testa ma non inquadra lo specchio sprecando una buona occasione. Ancora un infortunio tra gli ospiti: Marchetti è costretto ad abbandonare il campo al 65', dentro il terzo portiere Paleari e anche l'ex Pjaca per Shomurodov. Buon momento della Fiorentina, vicina al gol al 68' con Vlahovic, ancora una volta impreciso da buona posizione sul traversone di Biraghi. Un minuto più tardi i gigliati riescono a segnare in vantaggio con Bonaventura ma Doveri annulla dopo il ricorso al VAR per un fallo del fantasista viola all'inizio dell'azione. Grandissima occasione al 76' per Amrabat, servito bene da Callejón il marocchino calcia tra le braccia di Paleari. Triblo cambio al 78': dentro Cutrone per Vlahovic, Eysseric per Ribéry, e Borja Valero per Callejón. Finale concitato: all'85' ci prova Biraghi, attento ancora una volta Paleari. Il neo-entrato Destro va a segno all'88' ma il direttore annulla per fuorigioco. Purtroppo per la Fiorentina, un minuto più tardi è buono e come il gol dell'ex Pjaca, servito da Destro su un errore in uscita di Borja Valero, e bravo a battere Dragowski in uscita. Per la squadra di Prandelli sembra notte fonda ma nel lungo recupero (oltre 7 minuti) arriva il rocambolesco pareggio di Milenkovic che fissa il risultato sull'1-1.

Fiorentina-Genoa 1-1: il tabellino

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Amrabat, Pulgar (90+2 Kouamé), Castrovilli (41' Bonaventura); Callejón (79' Valero), Ribéry (78' Eysseric), Vlahovic (78' Cutrone). A disp.: Terracciano, Barreca, Igor, Duncan, Lirola, Martinez Quarta, Saponara, Venuti
All. Prandelli

GENOA (4-4-2): Marchetti (65 Paleari); Goldaniga, Bani, Zapata (37' Ghiglione), Masiello; Lerager, Radovanovic (80' Behrami), Sturaro, Pellegrini; Shomurodov (65' Pjaca), Scamacca (80' Destro). A disp.: Zima, Badelj, Czyborra, Dumbravanu, Pandev, Rovella, Zajc. All. Maran

Arbitro: Doveri di Roma 1
Marcatori: 89' Pjaca (G), 90'+8 Milenkovic (F)
Note - Ammoniti: Pulgar, Borja Valero (F), Sturaro (G). Recupero: 2′ p.t.  – 8′ s.t.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento