rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Sport

L'alfabeto della gentilezza arriva fino nel ritiro della Fiorentina

L'iniziativa nata a Firenze da un'idea della giornalista fiorentina, Gaia Simonetti, ambasciatrice del progetto nazionale Costruiamo Gentilezza, sbarca nel ritiro dei gigliati in Trentino Alto-Adige

Un gruppo di tifosi viola, capitanati dal giovane rapper toscano Alessio Ramacciotti, ha composto L'alfabeto della gentilezza, e lo ha dedicato a Davide Astori, per cui compose anche la canzone " O mio capitano".

Ma di cosa si tratta? L'alfabeto della gentilezza, che associa ad ogni lettera una parola che alimenta la stessa gentilezza, è nato a Firenze da un'idea della giornalista fiorentina, Gaia Simonetti, ambasciatrice di Costruiamo Gentilezza, progetto nazionale coordinato da Luca Nardi.

Tra le parole che compongono l'alfabeto della gentilezza di Moena, che presenta tutte le parole scritte in viola (viola è anche il colore della gentilezza che nasce dalla fusione del rosso del cuore e il blu della mente), ci sono C di capitano, D di Davide, G di gruppo, F di fair play e S di squadra.

Il 15 luglio 2022 ha segnato la nascita dell'alfabeto della Gentilezza nello Sport, che è stato compilato da Silvia Salis, Vicepresidente Vicario del CONI.  Il progetto Costruiamo Gentilezza è realizzato, in particolare, da una squadra di donne e uomini in tutta Italia per un totale di quasi 1.500 costruttori di Gentilezza, tra cui 186 assessori alla Gentilezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alfabeto della gentilezza arriva fino nel ritiro della Fiorentina

FirenzeToday è in caricamento