Sport

DA13: a Palazzo Vecchio la prima del documentario su Astori

Un viaggio all’interno di aneddoti e racconti che hanno permesso di ricostruire l’immagine di un ragazzo curioso, gentile con tutti, mai superficiale, sia dentro che fuori dal campo

Un documentario che ricostruisce quello che Davide Astori, il capitano della Fiorentina scomparso il 4 marzo 2018, ha fatto e ha lasciato al mondo del calcio e non solo. Un viaggio all’interno di aneddoti, racconti, che hanno permesso di ricostruire l’immagine di un ragazzo curioso, gentile con tutti, mai superficiale, sia dentro che fuori dal campo.

Un lavoro realizzato da Edera in collaborazione con  Cure2Children e il Comune di Firenze, che hanno lavorato anche alla realizzazione del murale su Davide, da parte dell’artista siciliano Giulio Rosk. 

La prima questa mattina nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio alla presenza dell'assessore allo sport e alle politiche giovanili Cosimo Guccione. Hanno partecipato alle interviste, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella, Giancarlo Antognoni, Gianluigi Buffon, Giorgio Chiellini, Salvatore Sirigu, Manuel Pasqual, Borja Valero, Stefano Pioli. Sullo sfondo c'è il rapporto che Davide aveva stabilito con Cure2Children, una fondazione che da anni fornisce risorse per la cura di bambini in tutto il mondo. Il 1° luglio il documentario sarà disponibile sul canale Youtube di Edera.

DA13: folla all'inaugurazione del murales

“Un bellissimo regalo alla città di Firenze, complimenti ai ragazzi di Edera - ha dichiarato l'assessore Guccione - questo documentario, questa storia raccontata dagli amici, dai compagni di squadra, da tutti coloro che lo conoscevano bene completa il murale che ricorderà Davide per sempre".

"È stata anche bella occasione per raccontare una storia con gli occhi dei giovani - ha aggiunto - per tanti di loro Davide è stato non solo un semplice calciatore ma anche un simbolo, una persona nella quale identificarsi, un uomo le cui gesta è bene ricordare”. 

Francesca Fioretti: "Un esame in più avrebbe salvato Davide"

“Il documentario - ha detto Tommaso Nuti, fondatore e redattore di Edera - vuole essere un vero e proprio racconto dell'uomo che è stato Davide, sia dentro che fuori dal campo. Con questo film vogliamo che risalti non solo il grande calciatore, ma anche l'amico di sempre, con cui potevi parlare di tutto, con cui potevi confrontarti e che era sempre pronto a darti una mano. Come Edera non conoscevamo Astori personalmente, ma grazie alle parole degli amici e dei suoi compagni, adesso possiamo dire di averlo incontrato e possiamo confermare che è stato un uomo con la U maiuscola. Il documentario è diretto da Fabio Filippini con la musica di Samuele Proto & SHED626 e sarà disponibile dal 1 luglio sul canale Youtube 'Edera Rivista', non vediamo l'ora di far conoscere Davide in tutta Italia”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DA13: a Palazzo Vecchio la prima del documentario su Astori

FirenzeToday è in caricamento