rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Sport

Calciomercato, Mutu: "Se la Fiorentina mi chiamasse direi di sì"

Dopo Toni anche l'attaccante romeno confessa, a Lady Radio, di esser pronto a tornare nella società gigliata: "Se Della Valle mi chiamasse direi di sì"

La Fiorentina sta proseguendo gli allenamenti in vista dell'anticipo della 16 giornata all'Olimpico. Ancora una seduta di lavoro differenziato per Jovetic sul campo nonostante la forte pioggia, mentre il resto della squadra si è divisa tra lavoro in palestra e sul campo. In gruppo anche Aquilani e Toni, quindi regolarmente recuperati.

E se Toni è tornato questa estate alla Fiorentina c'è chi, come Adrian Mutu, ci fa un pensiero: "La Fiorentina è messa bene , sono sicuro che Toni darà il suo contributo. Magari il prossimo anno potrei tornare anche io - ha detto a Lady Radio il romeno -. Della Valle? Qualche critica se la meritava, ma ha fatto soprattutto bene per la Fiorentina. Hanno un progetto serio e vogliono costruire una squadra importante e se Della Valle mi chiamasse direi sicuramente sì. Chiudere la carriera a Firenze sarebbe bellissimo e con la famiglia Della Valle ho un bel rapporto. Scudetto? Non so neanche chi c'è in testa alla classifica ma lo vincerà la Fiorentina".
 
Fiorentina in lotta per lo scudetto? Perché no. Tutti ci credono. "Dobbiamo andare avanti per la nostra strada e pensare a fare bene gara dopo gara. Come sabato a Roma". Così Emiliano Viviano, il portiere della Fiorentina protagonista di un incontro con il pubblico ai Gigli, un centro commerciale di Firenze, sulla stagione della Fiorentina che sabato giocherà all'Olimpico contro Totti e compagni.
 
Viola che contro i giallorossi potrebbero recuperare Jovetic: "Non è il nuovo Pato. L'ho visto sempre allenarsi il doppio ma forse è stato sottovalutato un pò l'infortunio. Non credo che sia così matto da non voler giocare - ha sottolineato il portiere gigliato - Mi auguro che sabato sia della partita perchè può essere il valore aggiunto a questa squadra. Cuadrado? Non credo che sarà assente con la Roma".
 
Sulla stessa lunghezza d'onda anche il compagno Giulio Migliaccio: "Il campionato è lungo, le squalifiche e gli infortuni prima o poi finiranno. Scudetto, piazzamento Champions? Pensiamo a gara dopo gara. Viviano è un grande portiere altrimenti non sarebbe mai andato in Nazionale. Alcune delle accuse ad Emiliano sono state affrettate secondo me".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato, Mutu: "Se la Fiorentina mi chiamasse direi di sì"

FirenzeToday è in caricamento