Calcio

Signa, il ds Nunziati sulla stagione gialloblu : "Il nostro campionato il più equilibrato di tutti. Vi racconto come è nata l'idea Flachi"

Il dirigente sportivo, in un'intervista rilasciata al nostro sito, ha toccato vari temi, dagli obiettivi della squadra all'ingaggio dell'ex bomber di Fiorentina e Sampdoria.

Dopo la vittoria in coppa contro il Firenze Ovest e il pareggio al debutto in campionato domenica scorsa, questa sera, sempre per la Coppa Italia, per il Signa ci sarà da affrontare una delle sfide più sentite, il derby contro la Lastrigiana. Al momento un avvio di stagione positivo per i gialloblu, squadra che quest'anno vuole cercare di alzare l'asticella, per regalare soddisfazioni ad una piazza e una tifoseria che vuole sognare in grande. A parlare di questo avvio di stagione e di molto altro è stato Alessio Nunziati, direttore sportivo del Signa, intervenuto ai nostri microfoni:

Direttore come ha visto la squadra Domenica scorsa contro il Camaiore?

"Intanto devo dire che è bello ricominciare a giocare con regolarità. La squadra domenica l'ho vista bene, contro 8na squadra come il Camaiore che è una bella squadra e sono sicuro farà un bel campionato. Mi dispiace per il pareggio finale, perché penso che ci meritavamo la vittoria, purtroppo ci siamo andati a complicare la vita da soli, andando a creare il calcio di rigore che poi ha regalato il pareggio finale al Camaiore. In ogni caso siamo contenti, perché abbiamo visto la squadra in forma".

Che stagione si aspetta da questo Signa? Vi siete dati degli obiettivi?

"Definire degli obiettivi è molto difficile, e questo perché penso che il nostro campionato sia veramente uno dei più equilibrati ed incerti. Credo che potremo dare un giudizio solo quando saremo arrivati alla fine del girone d'andata. E' un campionato duro, adesso avremo due gare difficili in trasferta contro Prato 2000 e Massese, quindi diciamo che noi guardiamo di partita in partita. La piazza chiede i play-off, io sogno di vincere il campionato, ma alla fine ne vince uno solo".

Stasera ci sarà il derby in coppa contro la Lastrigiana, partita mai banale da quelle parti...

"A me questa partita fa sempre piacere vincerla, e in più domani sera ci giochiamo il passaggio del turno. A noi ci basta il pareggio, ma queste partite non le vai a giocare per pareggiare. Penso che la squadra possa fare una grande partita. Ci tengo passare il turno, perché io ho già perso una finale di Coppa Italia, e ancora non l'ho digerita quindi, a differenza di molti, a questa competizione ci tengo".

Una delle novità di quest'estate nel calcio dilettantistico toscano, oltre al nome di Borja Valero al Lebowski, è stato anche quello di Francesco Flachi, che da gennaio tornerà a giocare con la vostra maglia. Cosa ci può dire a riguardo?

"Francesco è un professionista serio, si sta allenando al massimo e non vede l'ora di tornare a giocare. A gennaio, quando potrà giocare, sono sicuro che ci darà una grossa mano li davanti. Da dove è nata l'idea Flachi? E' opera del presidente, col quale Francesco è molto amico. Gli ha sempre detto che quando scontava la qualifica, sarebbe venuto a giocare nel Signa, e così è stato. Diciamo che per lui è una ripartenza, e in futuro il suo obiettivo è quello di entrare in uno staff per cercare di fare l'allenatore, e sono certo che ha tutte le qualità per farlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Signa, il ds Nunziati sulla stagione gialloblu : "Il nostro campionato il più equilibrato di tutti. Vi racconto come è nata l'idea Flachi"

FirenzeToday è in caricamento