rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Calcio

Serie C Femminile, il Doccia sfiora l'impresa: col Venezia Calcio è 2-2

Punto prezioso per le rossobolu, che agganciano l'Orvieto in zona play-out

Partita avvincente e ricca di pathos quella andata in scena tra Venezia 1985 e Rinascita Doccia, due squadre divise da diversi punti in classifica. I titoli di testa del match sono tutti in favore delle locali che pestano subito sull'acceleratore ed infatti dopo appena 5' sbloccano la contesa: frittata difensiva ospite con Nigro che alza uno stranissimo campanile svirgolando il pallone, Mazzanti buca la presa alta consentendo a Longato di impossessarsene ed appoggiare in rete con un tiro labile, vano il tentativo in extremis di Sabatino di salvare sulla linea, l'assistente sbandiera e l'arbitro concede il gol. Questo avvio è un'autentica mazzata per le ospiti che faticano a reagire e sfiorano il raddoppio con la traversa colpita da Boschiero. A seguito di tante occasioni non capitalizzate, al 34' il Venezia trova il raddoppio: azione insistitia di Vivian che serve Baldan dal limite, quest'ultima tenta la penetrazione in area, Sabatino allontana corto e la sfera termina a limite sui piedi di Boschiero che con una conclusione non potentissima ma precisa centra l'angolino alla sinistra di Mazzanti.

Nella ripresa le toscane entrano con un altro piglio, e infatti al 46' la riaprono: Aiello si gira molto bene a limite area e prova la botta col destro, Baldassin "para" il suo tiro con le braccia ed il direttore di gara assegna il penalty con tanto di giallo per la centrale locale. Dagli undici metri si presenta Campi che spiazza il portiere. Questo gol è autentica benzina per il motore rossoblu che al 49' rimette in parità la contesa: Innocenti da metà campo butta la palla nei pressi dell'area di rigore, Amidei appare in vantaggio ma Brunetti fiuta il sangue e le si avventa addosso, la supera e con un tocchetto preciso e beffardo batte il portiere in uscita siglando il pari. Subiti questi due gol in rapida sequenza il Venezia si ributta in avanti a testa bassa alla caccia del nuovo vantaggio, spinte prevalentemente dai nervi. Al 58' creano due buoni presupposti per ripassare avanti: prima ci prova Longato con Mazzanti che si distende sulla sua destra e sporca in angolo, poi subito dopo l'estremo difensore toscano si supera con un'ottima parata d'istinto coi piedi su conclusione secca di Boschiero da posizione ravvicinata. Al 63' altra grandissima occasione veneta: Tosatto si libera in bello stile di Nigro e mette in mezzo un bellissimo pallone per la testa di Gastaldin che da pochi metri dalla riga di porta impatta male e spedisce sul fondo. All'84' il Rinascita Doccia si riaffaccia in avanti guadagnando metri e secondi preziosi: calcio di punizione dai 20 metri affidato al mancino di Battistini, ma la sua conclusione lambisce il palo alla sinistra di Skofelt. Gli ultimi minuti dei regolamentari più recupero sono tutti di marca locale, e nell'ultima azione della contesa il Venezia va a millimetri dal colpaccio: Dalla Santa mette in mezzo un bellissimo pallone che favorisce la mezza rovesciata di Longato, ma la sua pregevole prodezza balistica accarezza l'incrocio dei pali e termina sul fondo spinta con lo sguardo da Mazzanti. 

Con questo punto il Venezia mantiene una significativa distanza di sicurezza dalla zona playout; mentre il Rinascita Doccia lo accoglie di buon grado per almeno due motivi: in primis per com'è arrivato, poi per il fatto di aver agganciato l'Orvieto a quota 9 punti, vista anche la sconfitta delle umbre in terra altoatesina. 
 

Venezia Calcio 1985-Rinascita Doccia, il tabellino

VENEZIA 1985 (4-3-3): Skofelt; Bortolato (54' Centasso), Baldassin, Cecchinato, Amidei (79' Conventi); Vivian, Baldan (71' Dalla Santa), Gastaldin; Fusetti (54' Tosatto), Longato, Boschiero (67' Conedera). A disposizione: Paccagnella, Guizzonato e Roncato. Allenatore: Murru.

RINASCITA DOCCIA (4-2-3-1): Mazzanti; Metti, Sabatino, Mancin, Nigro; Biolo (46' Innocenti), Papi; Del Giudice (46' Brunetti), Campi (85' Reina), Xhemaj (71' Fedele); Aiello (53' Battistini). A disposizione: Viggiano e Rustici. Allenatore: Bellucci.

ARBITRO: Pasquetto di Crema.

RETI: 5' Longato, 34' Boschiero, 46' Campi su rigore e 49' Brunetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C Femminile, il Doccia sfiora l'impresa: col Venezia Calcio è 2-2

FirenzeToday è in caricamento