rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Calcio

Serie C Femminile, il Doccia cade in casa 3-0 contro il Venezia 1985

Sconfitta amara per il Rinascita Doccia che esce vinto dopo la bella prova messa in mostra settimana scorsa contro la Sambenedettese.

Tanta amarezza e tanti rimpianti per il Rinascita Doccia che esce sconfitto dall'impegno casalingo contro il Venezia 1985 nella quinta giornata del Girone B di Serie C. Le rossoblu tornano alla sconfitta dopo la prima vittoria ottenuta la scorsa giornata contro la Sambenedettese. Nemmeno il tempo di accomodarsi sugli spalti che le ospiti creano la prima occasione per sbloccare le marcature: palla in profondità per la corsa di Longato che si ritrova sola davanti alla porta, la sua conclusione di precisione mira l'angolino sinistro ma è prodigioso l'intervento in tuffo di Mazzanti che smanaccia la sfera in corner. Le occasioni latitano e solo verso il tramonto della prima frazione le ospiti hanno due occasioni in sequenza con protagonista Tasso in azione di contropiede: la prima conclusione della numero 16 ospite centra l'esterno della rete, mentre la seconda sorvola la traversa. 

Nella ripresa il Venezia comincia come aveva cominciato, con due occasioni da gol, mapoco più tardi il Rinascita Doccia ha una clamorosa occasione per passare in vantaggio: Xhemaj si libera in area e davanti a Paccagnella prova a batterla con un preciso piazzato di piattone destro ma quest'ultima è molto brava a distendersi e respingere strozzando in gola la gioia del gol alle locali; questo è di fatto lo spartiacque della partita. Al 51' arriva il gol del vantaggio ospite, con una palla in profondità per Longato, che davanti a Mazzanti la scavalca con un tocco sotto, la palla arriva a Conventi che da due passi insacca. Forti proteste però delle padroni di casa, che ritenevano la posizione di Conventi in chiaro fuorigioco. Il Rinascita Doccia prova a riversarsi in avanti coi nervi a fior di pelle, ma anche in questo caso senza riuscire ad impensierire concretamente Paccagnella. Attorno alla metà del secondo tempo ancora polemiche locali per un presunto mani in area veneta ma anche in questo caso Cardella non ravvede irregolarità. Con le toscane tutte riversate in avanti alla caccia del pari al 75' arriva il raddoppio veneto che di fatto taglia le gambe alle padrone di casa: Longato è molto brava ad arpionare una palla che sembrava destinata a spegnersi in fallo di fondo, mette in mezzo per l'arrivo a rimorchio di Canciello che a limite dell'area piccola conclude di destro battendo Mazzanti. Di fatto la partita delle locali finisce qui. Al 93' arriva anche il terzo gol, ancora con Longato.

Sconfitta amara per il Rinascita Doccia che esce vinto dopo la bella prova messa in mostra settimana scorsa contro la Sambenedettese. Amarezza che le ragazze di Bellucci dovranno scrollarsi di dosso e trasformarla in energia positiva perché, nel prossimo match saranno impegnate contro il Meran Women, primo in classifica a punteggio pieno in una sorta di Davide contro Golia.

Rinascita Doccia-Venezia Calcio 1985, il tabellino

RINASCITA DOCCIA (3-5-2): Mazzanti; Metti (23' Bugiani), Mancin, Sabatino; Ceccarelli (65' Nesti), Campi (74' Paoli), Papi, Innocenti (56' Carrassi), Brunetti; Xhemaj, Del Giudice (63' Aiello). A disposizione: Braschi, Battistini, Fedele e Biolo. Allenatore: Ruben Bellucci.

VENEZIA CALCIO 1985 (4-4-2): Paccagnella; Bortolato, Baldassin, Malvestio, Amidei; Tasso (85' Scaroni), Centasso, Baldan (54' Fusetti), Canciello (80' Boschiero); Conventi (58' Condera), Longato.  A disposizione: Favaro, Guizzonato, Paties e Vivian. Allenatore: Giancarlo Murru.

ARBITRO: Cardella di Torre del GrecO, assistito da Mazzoni e Pacini di Prato.

RETI: Conventi 51′ (VEN), Canciello 74′ (VEN), Longato 90’+4′ (VEN).

NOTE: Ammonita Papi per gioco falloso.
 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C Femminile, il Doccia cade in casa 3-0 contro il Venezia 1985

FirenzeToday è in caricamento