rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Calcio

Eccellenza, ecco i giocatori dello Scandicci che non faranno parte del nuovo progetto

I Blues hanno voluto ringraziare con un lungo messaggio le colonne portanti di questi ultimi anni

Dopo la retrocessione dalla Serie D all'Eccellenza, in casa Scandicci è ormai avviato da tempo un nuovo ciclo. Proprio per questo sono numerosi i giocatori che non faranno più parte del nuovo progetto, ma che la società ha deciso di ringraziare e salutare con un comunicato ufficiale. 

"Inizia un nuovo percorso per lo Scandicci - si legge nella nota del club -, con il campionato di Eccellenza 2023/2024. Ed è doveroso salutare alcuni dei protagonisti degli ultimi anni, ragazzi cresciuti con noi che hanno scelto di intraprendere nuove strade. A partire da chi è partito dalla 'cantera' Blues per poi arrivare ad essere tra i migliori interpreti in Serie D. Come Francesco Timperanza, Leonardo Francalanci, Federico Ficini e Matteo Gianassi: ragazzi che abbiamo visto crescere e maturare, come giocatori e come persone, con il Blues nel cuore.

E che dire di Leonardo Saccardi, 176 partite con lo Scandicci e tra i capitani dell'ultima stagione. Un veterano. Così come hanno condiviso con i Blues pagine indelebili di storia Milton Borgarello, Giacomo Tacconi e Salvatore Santeramo. E poi Edoardo Bartolozzi, dagli Juniores ai primi gol in Serie D. Modesto Edu Mengue, in Blues negli ultimi due anni. Fino a chi ha portato con onore la maglia dello Scandicci nell'ultima stagione, fino all'ultimo minuto, tentando un'impresa poi sfumata a Crema: Jacopo Cecconi, Cristian Brega, Daniele Paparusso, Matteo Gozzerini, Davide Dainelli, Tommaso Ghinassi, Vieri Di Blasio, Tommaso Discepolo. I ringraziamenti per quanto dato allo Scandicci, oltre a mister Mirko Taccola che avevamo già salutato con grande affetto a fine maggio, vanno poi estesi al prof Davide De Fraia, che pur scegliendo una nuova (prestigiosa) strada professionale lascia ricordi incancellabili per i tanti anni passati insieme. Così come i rapporti umani rimarranno sempre autentici e indissolubili con chi ha condiviso con noi, giorno dopo giorno, riunione dopo riunione, pur nell'amarezza del risultato finale, il percorso delle ultime stagioni".

Infine il club ribadisce le scelte discutibili dell'amministrazione comunale e parla di futuro: "Ora per lo Scandicci, pur nella situazione che ormai abbiamo ribadito più volte, parte una nuova fase, fatta sempre di passione, massimo attaccamento ai colori e programmazione di qualcosa di importante. Un nuovo percorso che sta nascendo e che nel giro dei prossimi anni porterà lo Scandicci a volersi riappropriare della categoria che gli appartiene".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, ecco i giocatori dello Scandicci che non faranno parte del nuovo progetto

FirenzeToday è in caricamento