rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Calcio

Empoli, Accardi: "L'aggressione all'arbitro? Vi spiego"

Le parole del ds degli azzurri sull'episodio che gli è costato 5 giornate di squalifica

Pietro Accardi torna a parlare del finale infuocato di Udinese-Empoli, terminata 1-1 e con decisioni arbitrali che non sono andate giù alla dirigenza azzurra. Il direttore sportivo dei toscani, in un'intervista rilasciata al Tirreno, ha spiegato quel finale concitato che gli è costato ben cinque giornate di squalifica. "Tentata aggressione all'arbitro (Guida, ndr)", recita il referto del giudice sportivo. "Sono un dirigente e mi dispiace non aver saputo gestire le emozioni - ha detto Accardi -. Preciso che se aggressione a Guida c'è stata, è stata verbale e non fisica. Ho cercato di frappormi tra arbitri e squadra, per evitare provvedimenti per i giocatori, ma vedere la delusione dei ragazzi e dei nostri tifosi, che sono stati splendidi, mi ha sopraffatto".

Il ds dell'Empoli ha poi parlato della prossima e decisiva sfida con la Roma. "E' un'opportunità di coronare quel grande sogno che si chiama salvezza e che questo gruppo e il loro condottiero, l'allenatore, hanno creato con un percorso fatto di sacrificio, voglia a dedizione.Servirà un'impresa ma l'Empoli della gestione Nicola ne ha già compiute. Non mi aspetto regali dalla Roma semplicemente perché è già sicura del 6° posto, mi aspetto tante difficoltà ma con l'aiuto dei nostri tifosi possiamo farcela. Poi penseremo al futuro. Il futuro dell'Empoli, come dimostrano i progetti su stadio e centro sportivo, dice che questa società vuole ancora crescere. Noi passi e nei modi giusti, ma vuole ancora crescere". 

Empoli, ecco l'arbitro per la sfida con la Roma: c'è un precedente con i giallorossi

Empoli, Corsi tuona dopo la gara di Udine: "Noi piazza piccola, forse scomoda, ma pretendiamo rispetto"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli, Accardi: "L'aggressione all'arbitro? Vi spiego"

FirenzeToday è in caricamento