rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Calcio

Juventus penalizzata di 15 punti: è dietro la Fiorentina. Come cambia la classifica di Serie A

Riaperto il processo bis per le plusvalenze: paga solo la Juventus con la deduzione di 15 punti in classifica e la condanna di tutti i dirigenti. I bianconeri ora sono decimi alle spalle della Fiorentina di un punto

Nella serata di venerdì 20 gennaio, dopo oltre quattro ore di riunione, la Camera di consiglio della Corte federale d'appello ha accolto la richiesta di rimettere sul banco degli imputati il club bianconero, aumentando le pene richieste dal capo della procura Giuseppe Chinè. La Juventus è stata così penalizzata di 15 punti (Chinè ne aveva chiesti 9), passando provvisoriamente dal terzo al decimo posto in classifica. 

Condannati anche gli ex dirigenti che si erano dimessi a fine novembre: 24 mesi ad Agnelli e 30 a Paratici, 16 mesi a Cherubini, 8 mesi anche a Paolo Garimberti, anche queste pene più alte di quelle inizialmente richieste da Chinè.

Il club bianconero, che probabilmente dovrà affrontare un possibile secondo processo sportivo in virtù dei nuovi atti acquisiti dalla Procura in merito all'inchiesta Prisma sulle plusvalenze fittizie e le accuse di falso in bilancio, ha già fatto sapere che presenterà ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. 

La Juve rischia anche possibili sanzioni Uefa per la violazione del fair play finanziario. Nessuna condanna per gli altri club coinvolti nell'inchiesta (Samp, Genoa, Parma, Empoli, il vecchio Novara, Pisa, Pescara e Pro Vercelli) , come nel primo procedimento.

Juve penalizzata di 15 punti: come cambia la classifica

Questa la nuova classifica di Serie A dopo la penalizzazione alla Juventus. I bianconeri ora sono decimi alle spalle di Fiorentina e Torino, impegnate questa sera al Franchi.

La classifica di Serie A dopo i 15 punti di penalizzazione alla Juve


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus penalizzata di 15 punti: è dietro la Fiorentina. Come cambia la classifica di Serie A

FirenzeToday è in caricamento