rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Calcio

Fiorentina-Viktoria Plzen 2-0: viola ancora in semifinale di Conference League

Dopo lo 0-0 nei 90' regolamentari la squadra di Italiano (con un uomo in più dal 66') sbroglia la matassa ai supplementari grazie a Nico González e Biraghi

La Fiorentina ha raggiunto semifinale di Conference League per il secondo anno di fila dopo aver battuto 2-0 ai supplementari il Viktoria Plzen nel match di ritorno dei quarti di finale giocato al Franchi.

Nonostante un dominio espresso sin dai primi minuti di gioco, la squadra di Vincenzo Italiano ha dovuto soffrire molto prima di poter gioire. Nel primo tempo è sembrato di assistere a un copione già visto: tante occasioni sprecate da Belotti a Kouame, con la complicità di un super Jedlicka, e anche sfortuna, con l'ex Roma e l'ivoriano che hanno colpito un palo e una traversa. 

I gigliati hanno giocato con un uomo in più da metà ripresa per il rosso a Cadu, ma nonostante la superiorità numerica non sono riusciti a sbloccare il punteggio, e dopo lo 0-0 dell'andata, si è finiti ai supplementari dove, fortunatamente, Nico González e Biraghi, con due reti siglate all'inizio dei due tempi, hanno chiuso la pratica spedendo la Fiorentina in semifinale dove troveranno la vincente dell'altro quarto tra PAOK e Club Bruges (0-1 per i belgi all'andata).

Fiorentina-Viktoria Plzen: la cronaca

I viola hanno dovuto fare i conti con un forfait dell'ultim'ora perdendo Bonaventura (neanche in panchina): al suo posto in mediana Arthur a far coppia con Mandragora. Il fischio d'inizio del match è stato preceduto da un minuto di raccoglimento per Joe Barone, i cui familiari erano presenti sugli spalti del Franchi. La Fiorentina, dopo aver rischiato per un piazzato dei cechi in avvio, ha mostrato un approccio alla gara aggressivo e al 5' ha creato la prima grossa occasione con un tocco sotto misura di Belotti su assist di Kouame respinto miracolosamente da Jedlicka. Lo stesso Kouame, sugli sviluppi dell'azione si è visto murare un colpo di testa a botta sicura da Hranac. La squadra di Italiano superato il quarto d'ora di gioco ci ha provato con un sinistro di Beltrán liberato al tiro da González, ma il mancino dell'ex River non ha creato problemi all'attento portiere del Viktoria. Altre colossali chance per i gigliati alla mezz'ora: ancora protagonista Jedlicka, autore di un altro salvataggio decisivo sul piattone a botta sicura di Kouame, e solo pochi istanti più tardi Belotti ha colpito un clamoroso palo di testa su cross di Mandragora. Il legno della porta dei cechi ha tremato ancora sul finire del primo tempo quando Kouame, dopo aver controllato a seguire, ha scaricato un sinistro che si è stampato sulla traversa. L'ultimo tentativo prima di rientrare negli spogliatoi sullo 0-0 è stato di Nico González, che appostato sul secondo palo è riuscito a calciare sul cross di Mandragora venendo però chiuso in corner.

Nel secondo tempo, iniziato senza sostituzioni, il Viktoria ha provato almeno nelle fasi iniziali a stare più alto per non farsi schiacciare dalla pressione dei viola, ma dopo una decina di minuti dalla ripresa delle ostilità la Fiorentina si è fatta di nuovo vedere in avanti con una rovesciata di Mandragora finita di poco alta sopra la traversa. Al 65' Italiano ha inserito López per Arthur, e pochi istanti più tardi il giallo sventolato Cadu per un fallo al limite dell'area su Dodô si è trasformato in rosso dopo l'intervento del VAR, regalando ai viola la superiorità numerica per il resto dell'incontro. A un quarto d'ora dal 90' il tecnico gigliato ha buttato dentro anche Barák al posto di Beltrán. Jedlicka si è confermato in grande spolvero respingendo anche un sinistro di Ranieri dall'altezza dell'area piccola. In vista degli imminenti supplementari Italiano si è giocato le carte Ikoné e Faraoni per Belotti e Dodô.

Ai supplementari nella Fiorentina è entrato Martínez Quarta per Mandragora e Italiano ha risistemato i suoi con la difesa a tre. Il primo supplementare, iniziato con una gran parata di Jedlicka proprio sul Chino, ha visto il punteggio sbloccarsi finalmente grazie al tiro di Nico González, lesto a risolvere una mischia nell'area ceca con il suo mancino. Il raddoppio viola è arrivato nel secondo extra time, al minuto 107' dopo una gran fuga di Ikoné che ha servito capitan Biraghi, bravo a battere Jedlicka con un sinistro angolato, sigillando l'accesso alla semifinale.

Fiorentina-Viktoria Plzen 2-0 (d.t.s): il tabellino

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodô (88' Faraoni), Milenkovic, Ranieri, Biraghi; Arthur (65' López), Mandragora (91' Martínez Quarta); N. González (97' Sottil), Beltrán, Kouame; Belotti (88' Ikoné). A disp.: Christensen, Infantino, Faraoni, Martínez Quarta, Duncan, Kayode, Comuzzo, Parisi, Barák. All. Italiano

VIKTORIA PLZEN (3-4-1-2): Jedlicka; Hranac, Heijda, Jemelka; Kopic (106' Mosquera), Cerv (90'+4 Traore), Kalvach (102' Dweh), Cadu; Sulc; Chory (71' Reznik), Vydra (56' Kliment). A disp.: Tvrdon, Baier, Paluska. All: Koubek

Arbitro: Gil Manzano ESP
Assistenti: Barbero ESP - Nevado ESP
IV: Munuera ESP
VAR: Hernández ESP
VAR: Cuadra ESP

Marcatori: 92' N. González (F), 107' Biraghi (F)
Note - ammoniti 36' Ranieri (F), 37' Chory (V), 73' Reznik (V), 92' N. González (F). Espulso: 66' Cadu (V) per condotta violenta. Recupero: 2', 6'; 2', -
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina-Viktoria Plzen 2-0: viola ancora in semifinale di Conference League

FirenzeToday è in caricamento