rotate-mobile
Calcio

Caos Supercoppa, de Laurentis tuona: "Se i campi non sono all'altezza non mando il Napoli"

La minaccia del patron del club azzurro, avversario della Fiorentina nella semifinale

Continua il caos relativo alla nuova edizione della Supercoppa, che da quest'anno prevede la partecipazione di quattro squadre, e che si disputerà in Arabia Saudita. Nella giornata di ieri in Assemblea di Lega i club di Serie A hanno approvato in via definitiva le date, che prevedono le semifinali il 18 e 19 gennaio e la finalissima il 22 gennaio. Inter, Lazio, Fiorentina e Napoli sono i club iscritti, ma proprio la società azzurra con il suo presidente Aurelio De Laurentiis sta continuando a fare muro. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera infatti, De Laurentis avrebbe minacciato di non mandare il Napoli a Riyad per la condizioni in cui si trovano i campi di allenamento. "Se i campi di allenamento non sono all'altezza io il Napoli non lo mando!" avrebbe tuonato il patron azzurro. 

Fiorentina Femminile, Boquete strapazza l'Inter: al Viola Park finisce 4-2

Fiorentina Femminile-Inter 4-2, gli highlights della partita

Una situazione che anche la Fiorentina stessa, nella figura di Joe Barone, aveva notificato nelle scorse settimane alla Lea Serie A, in quanto le condizioni dei campi in Arabia non sono delle migliori, aumentando i rischi di infortuni dei giocatori. Proprio per questo motivo la competizione si svolgerà tutta sullo stesso campo, quello dell'Al Nassr di Cristiano Ronaldo, che sembra al momento il terreno di gioco migliore. Da sottolineare come una settimana prima, sempre su quei terreni, si svolgerà anche la Supercoppa spagnola. Insomma, quando manca ormai un mese al fischio d'inizio, ci sono ancora frizioni tra i club e la Lega. Una situazione che ovviamente interessa da vicino la Fiorentina, che dovrà vedersela proprio contro il Napoli in una delle due semifinali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Supercoppa, de Laurentis tuona: "Se i campi non sono all'altezza non mando il Napoli"

FirenzeToday è in caricamento