rotate-mobile
Calcio

Fiorentina, Milenkovic rinnova: "Ho scelto col cuore. Fondamentali Italiano e la crescita del club"

Il centrale serbo ha rinnovato per altre cinque stagioni con il club viola nonostante le tante offerte da parte di altri club

La Fiorentina ha annunciato il rinnovo di Nikola Milenkovic. Il centrale serbo classe '97, seguito da molte squadre, alla fine ha scelto di proseguire la sua avventura in viola nonostante non siano mancati i tentativi di portarlo altrove da parte di altre società.

Joe Barone, in conferenza stampa, ha parlato dell'operazione, ricordando anche il recentemente scomparso Alberto Orzan. "Oggi è una giornata importante della Fiorentina, voglio ringraziare Rocco Commisso che domenica sarà allo stadio contro la Cremonese. Oggi siamo qui perché in una trattativa ci vuole il volere di due persone. Ci sono state tante squadre, molte delle quali giocano in Champions, che hanno trattato per Nikola, anche ieri sera abbiamo ricevuto un'offerta, rifiutata da noi e dal ragazzo. Questa è la serietà di Nikola Milenkovic che ha la Fiorentina nel DNA. La Fiorentina lo scorso anno ha acquisito identità, Nikola resta qui anche per questo

La parola è passata poi a Nikola Milenkovic che ha iniziato dalle ragioni che lo hanno spinto al rinnovo: "Sono molto contento ed emozionato. L'anno scorso venivamo da due stagioni difficili, né io, né la società eravamo convinti di lasciarci. Volevo capire quale fosse il progetto, l'arrivo di mister Italiano è stato determinante per prolungare di un anno e poi ritrovarci a parlare quest'estate. Ho capito che le ambizioni sono grandi, questo è un progetto importante, la Fiorentina è in continua crescita. Per me era importante la conferma del mister, anche i tifosi mi hanno dato tanto affetto in questi cinque anni, specialmente nell'ultimo periodo ho sentito tanto amore. I direttori, il presidente, hanno fatto un grandissimo lavoro per trattenermi e farmi continuare la carriera professionistica alla Fiorentina".

il serbo ha raccontato anche dell'immagine più bella vissuta finora Firenze: "Entrare in Europa lo scorso anno, l'immagine che vorrei vedere, invece, è quella di entrare in Champions. Lo abbiamo in testa, vogliamo arrivare presto a traguardi del genere. Mi sento cresciuto sotto tutti i punti di vista, come calciatore, come uomo. Mi sento un leader di questa squadra, tutti i nuovi che arrivano li aiuto ad integrarsi nel gruppo. Ho fatto una scelta importante per il mio futuro, mi sono preso del tempo per pensarci attentamente. Ho dato ascolto alla parte di me che lo voleva intensamente. Ci sono delle sensazioni che vengono da dentro di noi. Amo questa città e questo club, non potevo tradire ciò che sentivo, sono contento della scelta".

Sul rapporto con Italiano e la Fiorentina che sta nascendo: "Col mister ho un ottimo rapporto, mi sta aiutando a cresere molto. è un vincente, un ambizioso, tira fuori il meglio di noi. Ci vuole sempre sul pezzo. Che Fiorentina è? Penso che la società stia facendo un gran lavoro sotto più punti di vista. Non solo a livello calcistico, prendete il Viola Park, non vediamo l'ora di allenarci lì. Io vedo una crescita anno dopo anno, e questo è fondamentale per me"

Sugli oltre 21mila abbonati: "Sono il nostro dodicesimo uomo, ci danno tanta spinta, in casa lo scorso anno abbiamo fatto tantissimi punti. Li ringrazio per questi abbonamenti, ogni partita in casa il Franchi sarà una bolgia".

Milenkovic ha parlato degli obiettivi stagionali: "Ovviamente l'obiettivo è migliorare lo scorso anno, entrare nelle prime sei. L'altro obiettivo è vincere la Conference League, vogliamo regalare tante emozioni ai nostri tifosi"

Sulla possibilità di indossare la fascia di capitano, un giorno: "Portare fascia è una cosa speciale, quella di Davide è ancora più speciale. Ora il nostro capitano è Cristiano (Biraghi ndr), lo sta facendo bene e siamo contenti di lui". 

Il centrale difensivo ha parlato anche del connazionale Jovic: "Luka è un grandissimo giocatore, un attaccante che gioca a calcio come pochi. Ha tecnica, visione di gioco, precisione, vede sempre la porta. Non viene da due stagioni facili ma lo conosco, so quanto vale. Scommetto che farà bene"

Su che stagione si aspetta: "Sarà una stagione impegnativa con tantissime partite, giocheremo su tre fronti, non sarà facile. La squadra è migliorata, sono arrivati nuovi giocatori che ci faranno fare il salto di qualità. Il valore aggiunto sarà lavorare già da un anno col mister, i movimenti che prima ci venivano con fatica, ora ci vengono naturali". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, Milenkovic rinnova: "Ho scelto col cuore. Fondamentali Italiano e la crescita del club"

FirenzeToday è in caricamento